Home > Recensioni > The SuperEgos: Embracing December
  • The SuperEgos: Embracing December

    The SuperEgos

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Collezione autunno-inverno

Da Udine senza furore, anzi, con molta calma, arrivano i Superegos con questo loro EP di brevi composizioni atmosferiche, parenti nemmeno troppo lontane dell’inarrivabile capostipite “Music For Airports”.
Un tappeto di synth qui, una melodia al piano lì, qualche arco qua e là e la mezz’ora scarsa di “Embracing December” trascorre all’insegna di un minimalismo nemmeno troppo marcato e di un suono piacevolmente corposo per gli standard del genere.

Apprezzabile anche la varietà di approcci che giustifica la scarsa durata dei pezzi: a volte i brani finiscono prima di aver lasciato il segno, forse per esigenze pratiche di sintesi, visto il poco tempo a disposizione.

“Embracing December” è un piccolo antipasto in cui il duo friulano fa la conta degli ingredienti nella propria cucina: non aspettatevi di esserne saziati e potrete forse rinvenire qualche buon sapore qui e là. Da notare una ghost track inclusa quasi per gioco, che invece presenta un approccio più suonato che potrebbe essere una linea di sviluppo interessante per la band.

Pro

Contro

Scroll To Top