Home > Rubriche > Eventi > The Voice of Italy 2014: tutto pronto per stasera

The Voice of Italy 2014: tutto pronto per stasera

È tutto pronto, ormai ci siamo. Il 12 marzo, in prima serata, lo show che ha tenuto incollati agli schermi milioni di telespettatori riaprirà i battenti, e promette di eguagliare se non superare il successo dello scorso anno. “The Voice of Italy” è la punta di diamante della programmazione di Rai 2 di questa primavera, e accompagnerà il pubblico fino a giugno, per ben quattordici puntate.

La conferenza stampa si è tenuta nello Studio 2000 di Via Mecenate, 200 m2 di platea con 14 postazioni per le telecamere: insomma, tutti i numeri per un grande spettacolo. Così, noi giornalisti abbiamo potuto vedere in prima persona dove lo show prenderà forma. Saltano subito all’ occhio il ring, sul quale avranno luogo le esibizioni, e le quattro poltrone rosse dove i coach assisteranno e valuteranno lo spettacolo. E sono proprio loro i protagonisti della conferenza: Raffaella Carrà, Piero Pelù, Noemi e la grande novità, J-Ax, affiancati dai conduttori di questa edizione Federico Russo e Valentina Correani, pronti a portare nuova linfa allo show e ad essere “il legante tra i talenti in gara e i quattro coach”, come lo stesso Federico afferma.

Proprio Russo avrà la responsabilità della conduzione televisiva, con “talenti formidabili e una vasta scelta di genere tra i cantanti“, ma in qualche modo anche tra i coach, che definisce spettro perfetto della musica italiana, data la varietà dei background musicali da cui provengono tutti e quattro.

Valentina Correani, giovane v- reporter di MTV, ha invece sottolineato una delle novità più importanti di quest’ anno: Rai 2 propone infatti il primo programma in multipiattaforma della tv nazionale, che potrà dunque essere seguito via tv, web e radio…basta scegliere! Ascoltando le parole dei coach, è impossibile non percepire l’atmosfera eccitata ed elettrica presente nello studio, e l’entusiasmo impiegato nell’ iniziare questa nuova avventura.

È Noemi a rompere il ghiaccio, ribadendo la sua contentezza per far parte ancora una volta dello staff, ma dichiarandosi anche “molto più diretta coi ragazzi, questa volta, nel comunicare loro le mie decisioni“; insomma, “the voice” non può aspettare, deve essere scovata senza perdere tempo. Le sue parole si rivolgono poi alla novità di quest’anno, ossia la presenza di J-Ax: è lui, in prima persona, a presentarsi come “paladino del rap”. Alla domanda del perché avesse accettato di partecipare al programma, egli risponde deciso: “The Voice of Italy è l’unico programma italiano che vuole far conoscere il rap al pubblico in modo puro, senza considerarlo un genere secondario, e sono contento che abbiano scelto me in veste di coach, perché con la mia esperienza spero che i rapper non guardino più alla televisione con diffidenza, ma inizino a considerarla una vera piattaforma di lancio“.

Ma la vera padrona di casa (e si percepisce, anche se nessuno lo dice) è la mitica Raffaella, che parlando del suo ruolo all’ interno del programma, ammette: “È davvero difficile capire, sentendo solo la voce, se un cantante sia in effetti un talento“. Ma tutti e quattro i giudici, affermano all’ unisono che le componenti principe del programma sono la voce dei concorrenti e, come dice Piero Pelù: “la musica, perché The Voice non è un talent né tanto meno un reality, ma un programma musicale” che come tale ha il solo scopo di intrattenere e far conoscere al pubblico nuove voci, anzi “la Voce”. E aggiunge: “Questa è una grande possibilità per i concorrenti di farsi conoscere, ma non devono dimenticarsi che è solo il primo dei mille scalini che dovranno salire se vorranno avere successo in questo mondo“. E ‘ inevitabile essere anche solo un po’ curiosi dopo aver sentito queste parole, quindi io uno sguardo stasera glielo do… e voi?

Scroll To Top