Home > Recensioni > The xx: I See You
  • The xx: I See You

    Young Turks / none

    Data di uscita: 13-01-2017

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Il 13 gennaio 2017 è uscito sotto l’etichetta di Young Turks Recording il terzo disco dei The xx, I See You.
Al primo ascolto chi apprezzava tantissimo il minimalismo dei xx e Coexist può rimanere quasi scioccato, ma il disco, molto più ritmico e “contaminato” da tanti generi musicali dei due album precedenti, guadagna punti con ogni ascolto. Una sorpresa arriva già nella traccia di apertura, Dangerous, molto più “prodotta”, ritmica e stratificata musicalmente di qualsiasi pezzo precedente del gruppo.

Visto il contributo decisivo di Jamie xx (arrichimento del sound, utilizzo maggiore dei sample) si può finalmente dire che i The xx sono un terzetto e non due vocalisti e un dj/produttore. Ciò che rimane indubbiamente invariato è il dialogo intimo tra le voci di Romy Madley Croft e Oliver Sim nei brani come Say Something Loving oppure I Dare You, anche se il disco nel suo insieme è decisamente più aperto e meno introspettivo dei precedenti.

Pare che con I See You è giunta l’ora per i The xx di uscire dal loro guscio della timidezza, soprattutto perché si parla in questo caso di un gruppo che è già stato ospitato dai palchi più famosi di tutto il mondo, si parla di un gruppo che pur essendo ancora giovane (dalla uscita del loro debutto sono passati 7 anni scarsi) comincia ad essere citato in modo veramente massiccio come riferimento musicale da vari artisti.

 

Tracklist:
1.    Dangerous
2.    Say Something Loving
3.    Lips
4.    A Violent Noice
5.    Performance
6.    Replica
7.    Brave For You
8.    On Hold
9.    I Dare You
10.    Test Me

Pro

Contro

Scroll To Top