Home > Recensioni > Thronar: Unleash The Fire
  • Thronar: Unleash The Fire

    Thronar

    Data di uscita: 25-07-2008

    Loudvision:
    Lettori:

Impasto surgelato per stereotipo veloce

I Thronar altro non vogliono che essere ritenuti sbandieratori dell’etichetta “Battle Metal”, e per raggiungere lo scopo si impegnano davvero, ma davvero, tanto. A partire dal booklet, per esempio: in copertina una devastata scena di battaglia in fiamme, tra le pagine spade e uomini in cotta di maglia. Per non parlare poi delle lyrics dove parole come “battle” e “warrior” sono ripetute almeno quanto in un album dei Manowar. Se vogliamo rincarare la dose il cantante nella line-up appare come addetto a “Battle Screams”.
Incarnazione dello stereotipo: riuscita.

Musicalmente non si guadagnano molti più punti. La pomposità di qualunque cosa contenuta in quest’album è estenuante, sembra di trovarsi al sontuoso banchetto di qualche sovrano antico con manie di grandezza: tastiere prevaricanti e fastidiose, synth sparati al massimo, batteria triggerata, cori fraternalistici da osteria e cantante con la voce babbonatalesca.

Fosse stata almeno una direzione musicale originale o personale, anche se pacchiana, si sarebbero meritati almeno un premio di consolazione; considerando invece la somiglianza innegabile con i recenti e più famosi Turisas e l’apporto pressoché nullo al panorama musicale.
Questa battaglia (per rimanere in tema) sembra però che l’hanno decisamente persa.

Scroll To Top