Home > Recensioni > To You Mom: I Am Ian
  • To You Mom: I Am Ian

    To You Mom

    Loudvision:
    Lettori:

Viaggio nello spazio insieme a Ian

To You Mom non è altro che il nome del progetto solista di Luca Lorenzi, che con i suoi campionatori, i suoi effetti e la sua chitarra, ha dato vita a questo EP di sei tracce che ci racconta la vita e le vicende di Ian Coleman, astronauta che cerca nello spazio risposte a domande che lo tormentano sin da quando era bambino.

Atmosfere eteree e, manco a dirlo, spaziali. Concept album sullo sfortunato avventuriero che non parla solo di disavventure, ma anche di speranza, di fiducia, di ripresa.

Musicalmente ci troviamo davanti ad un album molto interessante, campionamenti e beat incalzanti coinvolgono nell’ascolto. Non viene mai da skippare le tracce: ottimo segno.

Sostanzialmente questo è un album molto intimistico ma non è affatto un lavoro che annoia o deprime. Ci sono episodi danzerecci dalle atmosfere orientali come “Spacecraft”, perfetta per una dance hall in Turchia o in Marocco. “Orion” è il giusto incontro tra i Portishead e gli Archive, gradevole viaggio nello spazio in compagnia di un trip-hop molto ispirato e ben concepito. La perla è in chiusura: “Rays Of Rigel”, un vero e proprio gioiello ambient, voci e nastri che sembrano provenire da migliaia e migliaia di chilometri di distanza uniti ad un tappeto sonoro semplice ed emozionante che ci avvicina alla pace. Bel viaggio, Ian.

Pro

Contro

Scroll To Top