Home > Recensioni > Tomorrowland – Il mondo di domani

Correlati

Tomorrowland, ovvero il mondo di domani che sa di retrofuturismo di ieri. O quanto meno così appare la meravigliosa città che la protagonista Casey (Britt Robertson) scopre toccando una spilletta di cui è entrata misteriosamente in possesso.

Questo sogno futuribile però è di difficile accesso, tanto che la giovane dovrà convincere il burbero e restio Frank (George Clooney) con l’aiuto di Athena (Raffey Cassidy) per fare un tentativo ed arrivare nella città dove quaranta anni prima si sono ritirate le migliori menti dell’umanità, per creare un mondo migliore. Qualcosa però è andato storto e forse la speranza non abita più nemmeno la futuristica città di domani…

Oltre che come regista di classici moderni, con “Mission: Impossible – Ghost Protocol”, Brad Bird si è conquistato la fama di buon regista di blockbuster. Stavolta torna con l’assistenza di Damon Lindelof nel territorio che gli è più congeniale, quello della fantascienza iperpossibilista e positivista degli anni ’60, quella con cui probabilmente è cresciuto.

Il risultato è un gran bel film per ragazzi, forse un filo semplicista nei modi ma comunque importante nel messaggio, che si rivela rassicurante e buonista, certo, ma anche pregno di una struggente storia d’amore e di tutta la malinconia e la disillusione che il peso degli anni attribuscono alle persone, una patina opaca sui loro sogni. Si rivela una visione piacevole, ma non trascinante, anche per chi l’adolescenza l’ha superata da un pezzo.

Pro

Contro

Scroll To Top