Home > Rubriche > Compilation > Top Ten, i 10 artisti del 2013 che vorreste come parenti

Top Ten, i 10 artisti del 2013 che vorreste come parenti

Premessa: questa classifica si basa sulle interviste che ho fatto durante l’anno solare, magari voi state bene con i parenti che già avete. O magari no.

Comunque sia, ecco i 10 artisti che vorreste dichiarare nel vostro nucleo familiare con il prossimo 730.

 

 

10) PAN DEL DIAVOLO

Gianluca Bartolo e Alessandro Alosi sono i cugini lontani, quelli che stanno sempre sul chi va là perché non hanno trascorso l’infanzia con voi e quindi “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”. Simpatici, ma diffidenti.

9) JON FRATELLI (THE FRATELLIS)

Jon è buono, bravo e gentile. Non dorme un cavolo, è vero, ma non per questo deve essere considerato di poco conto. Ce lo vedo bene come fratello maggiore che ti insegna cose sagge e soprattutto ti impara a fare i pancake al mattino.

8) ALBERTO CAZZOLA E LODO GUENZI (LO STATO SOCIALE)

No, non sono ghei. Sì, si vogliono bene. Saranno stati incazzati come delle iene perché per parlarci li abbiamo prelevati durante un concerto, ma io continuo a volerli come zii adottivi che ti portano a vedere i filmz tipo “Priscilla”.

7) PATRIZIO FARISELLI (AREA)

Che tenerollo, lui che parla del suo iphone 3G e di quando gli si svampa all’improvviso. Anche voi lo vorreste come nonno materno, mica scherzi. Viva il Fariselli.

6) FEDERICO DRAGONA (MINISTRI)

Dopo che ci ha raccontato delle sue esperienze mistiche-fumogene ai Mammoth Lakes, Federico è il candidato numero uno per il posto da cugino alternativo che quando torna a casa con gli occhi rossi non bisogna chiedere: è arte, sempre. Suda un casino, btw.

5) MIMI PARKER (LOW)


Mimi è un donnone che detiene nella carne morbida fiducia e sicurezza; ispira quel sentimento tipico che ci lega alla mamma, e non a caso se fosse possibile la sceglierei come tale (mi va benissimo Tilda Swinton, che già ho). Che poi me le immagino bene certe canzoni per andare a dormire.

4) DAVIDE TOFFOLO (TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI)

Il Toffolo è un’istituzione. Artista a 360 gradi e uomo dal cuore di biscotto, ce lo vedo a insegnare a disegnare o addirittura scrivere le prime lettere a un bambino che ha appena iniziato il lungo percorso della scuoletta. Papà Toffolo: ed è subito lacrimucce.

3) MAX COLLINI (OFFLAGA DISCO PAX)

Max è patrimonio dell’UNESCO, nonché uno che se non lo voleste in famiglia c’avreste i probblèmi gravi.
Davvero devo spiegarvi perché? Non vi basta l’immagine? Dai che vi basta.

2) DAUGHN GIBSON

Daughn appare come uno che se la tira e che non vi si caga nemmeno di striscio. E invece. Invece è un ragazzone che detesta vivere nella sua cittadina natale, perché “tutti sanno di tutti”, e anzi ama viaggiare. Ha una voce che persino una suora scapperebbe con lui dal convento (e Gesù approverebbe).
Bello, bravo ed educato: segnatevelo per un eventuale matrimonio.

1) ALESSANDRA PERNA (LUMINAL)

[foto di Giulia Delprato- grazioni!] Alessandra sembra tanto Lisbeth Salander, la darkettona hacker, un po’ asettica, della trilogia “Millenium”. Sembra, appunto. In realtà prova sentimenti pure lei e come sorella maggiore che ascolta musica ganza e ti porta in giro a scoprire le meraviglie dell’universo me l’immagino bene.

Scroll To Top