Home > Rubriche > Compilation > Top Ten: regali di Natale 2017 per cinefili (e collezionisti)

Top Ten: regali di Natale 2017 per cinefili (e collezionisti)

Come ogni anno, il Natale è alle porte. Mancano dodici giorni. DODICI. D O D I C I.

A che punto siete con i regali? Se avete appena iniziato a pensarci, con conseguente sensazione di angoscia che sale mentre i tempo sta per scadere e già vi immaginate come Arnold Schwarzenegger alla Vigilia di Natale, impegnato a perdere ogni briciolo di dignità da eroe action nel cercare quell’introvabile Turbo-Man, abbiamo pensato di fornirvi un’ancora di salvezza.

Una sorta di Guida, una di quelle con stampato NIENTE PANICO in grandi e rassicuranti caratteri sulla copertina, per accontentare amici e parenti che amano il cinema, magari con idee particolari a cui non avete pensato. E in fondo, troverete anche un regalo speciale per voi, con i più cari auguri di Buone Feste (che siano Natale, Chanukkah, Yule o Saturnali) da parte della redazione di LoudVision!

 

dune-eng-art-of-mondo1art-of-mondo-cover1psycho-daniel-danger1

 1. LOCANDINE E ILLUSTRAZIONI: “The Art of mondo” (Titan Books)

Basta con le teste fluttuanti assemblate con photoshop! Quella delle locandine cinematografiche illustrate è una vera e propria arte ed è tempo che torni ad avere la dignità che merita. È questa la missione di Mondo, divisione di Alamo Drafthouse Cinema che da anni realizza bellissime serigrafie di locandine cinematografiche alternative in edizione limitata, commissionate ad alcuni dei migliori artisti attualmente in circolazione: tra questi, Olly Moss, Tyler Stout, Daniel Danger (sopra, il suo “Psycho”), Ken Taylor, Kevin Tong, Jock, Martin Ansin, Laurent Durieux, Kilian Eng (sopra, il suo poster di “Dune” di Jodorowsky), Gary Pullin, Rhys Cooper (in testata, il suo “Gremlins”). Tutti questi straordinari pezzi sono ora riuniti in un unico imprescindibile volume intitolato “The Art of mondo”. Un regalo perfetto non solo per coloro che già conoscono e apprezzano Mondo, ma per tutti gli appassionati di illustrazione.

Acquistalo QUI

anthology-john-carpenter-Natale2017 anthology-carpenter-natale-2017

2. COLONNE SONORE: “Anthology. Movie Themes 1974-1998”, John Carpenter (Sacred Bones Records)

Negli ultimi anni il buon vecchio John Carpenter, alla soglia dei 70 anni, ha deciso di reinventarsi: da regista e compositore a rock star. Dopo aver pubblicato due album di temi inediti, “Lost Themes” (2015) e “Lost Themes II” (2016), portandoli in tour per tutto il mondo, la sua ultima fatica si intitola “Anthology: Movie Themes 1974-1998” (2017). Si tratta di una raccolta di nuove registrazioni delle colonne sonore dei suoi film, creata in collaborazione con il figlio Cody Carpenter e il suo figlioccio Daniel Davies, che lo accompagnano in tour. Il disco, in cd e vinile, è uscito il 20 ottobre per Sacred Bones Records. Dal mio punto di vista, nessun amante del cinema può rimanere indifferente al Baffo. 

Ascoltalo QUI | Acquistatalo in CD o VINILE 2 DISCHI

steelbook-alex-ross-mostri-universal

3. CLASSICI DELL’ORRORE: Mostri della Universal – Steelbook illustrate da Alex Ross in Edizione Limitata

Tra le tantissime edizioni in home-video dei film della Universal dedicati ai mostri classici, queste steelbook illustrate da Alex Ross, che ha lavorato sia per Marvel Comics che per DC Comics, sono sicuramente tra le più speciali. Vere opere d’arte. La collezione, uscita solo un paio di mesi fa, comprende versioni di blu-ray di “Dracula  (Tod Browning 1931), “Frankenstein” (James Whale, 1931) “La Mummia” (Karl Freund, 1932), “L’Uomo Invisibile” (James Whale, 1933), “L’Uomo Lupo” (George Waggner, 1941), “La Moglie di Frankenstein” (James Whale, 1935) e “Il Mostro della Laguna Nera  (Jack Arnold, 1954), corredate da una ricca selezione di contenuti extra. Un regalo per tutte le tasche, perché potete scegliere se regalarne una o tutte quante.

Acquistale QUI. 

The-Wonderful-Worlds-Of-Ray-Harryhausen-vol1 The-Wonderful-Worlds-Of-Ray-Harryhausen-vol2

4. COFANETTI DA COLLEZIONE: “The Wonderful Worlds Of Ray Harryhausen” (Powerhouse Films)

Ray Harryhausen è una vera e propria leggenda. Creatore di mostri, inventore della Dynamation, tecnica che permetteva di integrare le miniature animate a passo uno con le riprese con gli attori, era in grado come nessuno di dare forma concreta alla pura immaginazione. Powerhouse Films ha da poco fatto uscire per Indicator due cofanetti in edizione limitata, “The Wonderful Worlds Of Ray Harryhausen – Volume 1: 1955-1960” e “Volume 2: 1961-1964”. I due box-set raccolgono i restauri (HD o 4K) in versione originale di “It Came from Beneath the Sea” (Robert Gordon, 1955), “20 Million Miles to Earth” (Nathan Juran, 1957), “The 3 Worlds of Gulliver” (Jack Sher, 1960) “Mysterious Island” (Cy Endfield, 1961), “Jason and the Argonauts” (Don Chaffey, 1963), “First Men in the Moon” (Nathan Juran, 1964). Includono, inoltre, tutta una serie di extra, materiali d’archivio e nuovi contenuti, tra cui interviste a Joe Dante, ai maestri SFX Dennis Murex e Hal Hickel e un commento audio de “Gli Argonauti” di Peter Jackson. L’edizione è UK, con sottotitoli in inglese. 

Sito ufficiale UK | Acquista il VOL. 1 e il VOL. 2

the-gold-rush-il-cinema-ritrovato il-cinema-ritrovato-la-corazzata

5. IL CINEMA RITROVATO: “La corazzata Potëmkin” e “La febbre dell’oro”  (Cineteca di Bologna)

Da anni la Cineteca di Bologna sta facendo un lavoro davvero lodevole di restauro e distribuzione – in sala e poi in home video – dei grandi classici, con la rassegna Il Cinema Ritrovato, che dà il nome anche alla collana di libri omonima. Supportare quest’opera di recupero e tutela di un patrimonio culturale inestimabile è quasi un dovere per ogni cinefilo. Quest’anno sono stati riportati su grande schermo due immensi classici del 1925: La corazzata Potëmkin” di Sergej M. Ėjzenštejn e “La febbre dell’oro” di Charlie Chaplin, usciti recentemente in edizione DVD con in allegato dei booklet che contengono saggi, inedite letture critiche, approfondimenti e materiale introvabile. 

Acquista La corazzata Potëmkin QUI | La febbre dell’oro QUI

dune-folio-society 2001-folio-society-cover

6. LETTERATURA E FANTASCIENZA: “Dune”, Frank Herbert e “2001: A Space Odyssey”, Arthur C. Clarke (The Folio Society)

The Folio Society è una casa editrice inglese che pubblica splendide edizioni illustrate di grandi classici della letteratura, saggi e libri per ragazzi. Personalmente, non credo di aver mai visto più cura e creatività in nessun’altra casa editrice. Purtroppo, le edizioni non sono tradotte in italiano, ma se volete regalare libri in lingua originale e il vostro budget ve lo permette, andate a dare un occhiata sul loro sito ufficiale: la versione e-commerce di una Camera delle Meraviglie. Nel catalogo troverete anche una prima edizione illustrata – ad opera di Joe Wilson – di “2001: A Space Odysseydi Arthur C. Clarke ma, soprattutto, una versione di “Dunedi Frank Herbert, con illustrazioni del pluripremiato artista Sam Weber, da regalare in preparazione del nuovo film di Denis Villeneuve. Entrambi i volumi sono da mozzare il fiato.

Acquista Dune QUI | 2001: A Space Odyssey QUI

The_Disaster_Artist ready-player-one-cover

7. STORIE DA FILM: “Ready Player One”, Ernest Cline (DeA Planeta Libri) | “The Disaster Artist: My Life Inside The Room, the Greatest Bad Movie Ever Made”, Greg Sestero e Tom Bissell (Simon & Schuster)

Due libri diversi da loro, ma da cui sono stati tratti due film molto attesi in uscita il prossimo anno.

Ready Player One” è un romanzo distopico scritto dallo  sceneggiatore e scrittore statunitense Ernest Cline, ambientato sulla Terra sovrappopolata e prossima al collasso ambientale del 2045. L’unico svago per la popolazione è l’OASIS, un mondo virtuale ideato dal programmatore James Halliday e infarcito di riferimenti alla cultura pop degli anni ’80. Quest’ultimo, prossimo alla morte, dissemina l’OASIS con una serie di puzzle. Chi li risolverà, avrà in eredità il mondo da lui creato, insieme alla sua fortuna.  Sarà Steven Spielberg a portare sul grande schermo -  a marzo 2018 – “Ready Player One” e dai trailer sembra già una cosa davvero grossa. 

The Disaster Artist: My Life Inside The Room, the Greatest Bad Movie Ever Made” è, invece, una biografia. Ma non una semplice biografia. È la storia pazzesca di come i casi della vita abbiamo portato Greg Sestero a diventare co-protagonista del più brutto film di tutti i tempi, “The Room” di Tommy Wiseau, e in qualche modo a diventare parte della Storia del Cinema. Ne abbiamo parlato recentemente su queste pagine, perché James Franco ha deciso di raccontarci questa storia nel bellissimo “The Disaster Artist”, tratto proprio dal libro di Sestero e Bissell e nei cinema dal 25 gennaio 2018. Come dicevo nella recensione dal TFF 35: «”The Disaster Artist” è un film impossible da raccontare a parole, così come lo è “The Room”. Va visto e vissuto come un’esperienza, possibilmente insieme alla visione dell’opera di Wiseau». La lettura di questo libro completa sicuramente l’esperienza. 

Acquista Ready Player One QUI | The Disaster Artist QUI

complex-tv

8. SERIE TV: “Complex TV. Teoria e tecnica dello storytelling delle serie tv”, Jason Mittell (minimum fax)

Per quell’amico che vede decine di serie tv ogni mese, che ha sempre già finito lo show che voi avete appena iniziato, che non vedete da settimane perché impegnato in molteplici binge watching, “Complex TV. Teoria e tecnica dello storytelling delle serie tv” potrebbe essere il regalo giusto. Si tratta di un saggio scritto dallo studioso di televisione e media Jason Mittell, una sorta di viaggio attraverso in meccanismi che portano alla creazione di una serie tv, dall’ideazione alla produzione. Una trattazione che spiega, utilizzando un linguaggio specialistico, cosa distingue la televisione del passato da quella «complessa» di oggi, esaminandone i capisaldi, dai “Soprano” a “Breaking Bad”. Un libro sia per appassionati che per addetti ai lavori su un fenomeno serio, complesso e interessantissimo che ha molto più in comune con il cinema di quanto lo abbia con la televisione propriamente detta.

Acquistalo QUI

 lego-bb8lego-brickplaymobil-ghostbusters

9. GIOCATTOLI: Lego Star Wars BB-8 e LEGO BrickHeadz | Playmobile Ghostbusters

Non ne me ne vogliano gli estimatori dei LEGO – decisamente roba per seri collezionisti e costruttori – ma ho deciso di accorpare in una sola categoria i famosi mattoncini danesi e la popolare casa di giocattoli tedesca, la Playmobil. L’idea di fondo, alla fine, è la stessa: regali in grado di darci le stesse emozioni di quando eravamo bambini. 

Nel catalogo LEGO c’è sicuramente l’imbarazzo della scelta, regali per tutte le età e tutte le tasche, dai set più costosi fino ai più economici e collezionabili LEGO BrickHeadz (per cavarsela con meno di 10 euro). Tra gli ultimi set dal prezzo più o meno accessibile (sempre rispetto agli standard LEGO), c’è sicuramente il Lego Star Wars di BB-8, che comprende 1,100 pezzi per costruire un piccolo droide da 25 cm di altezza e 15 cm di larghezza. 

La Playmobil ha invece recentemente fatto uscire una serie di sei bellissimi set ispirati a “Ghostbuster” di Ivan Reitman (1984), in cui troverete tutti i personaggi, insieme alla Ecto-1, StayPuft, la caserma e due servi di Gozer. Io non sono riuscita a resistere a quest’ultimi, me li sono regalati da sola. Inutile dire che il mio Zuul è finito nel frigorifero nel momento stesso in cui ho aperto la scatola. 

Acquista Lego Star Wars BB-8 QUI | Scegli un LEGO BrickHeadz QUI | Scegli un Playmobil Ghistbusters QUI

 twin-peaks-the-final-dossierfunko-twin-peaks-action-figures

10. TWIN PEAKS: “Twin Peaks. Il dossier finale” di Mark Frost (Mondadori) | Action Figure Twin Peaks 4-Pack (Funko)

Chiudiamo in bellezza con quella che ho deciso di trasformare in una categoria a parte. Due prodotti diversi tra loro, ma legati a quello che possiamo considerare l’evento dell’anno (o degli ultimi 25 anni, se preferite). Non solo una serie tv, ma un’opera complessa e sfaccettata, difficile da rinchiudere in categorie. 

Twin Peaks. Il dossier finale” (qui nella versione originale dalla veste grafica più curata) è il secondo volume dedicato da Mark Frost alla serie ideata con David Lynch. Se il volume precedente, “Le vite segrete di Twin Peaks” ricostruiva, con tanto di accurata documentazione, gli eventi precedenti e legati in qualche modo ai fatti avvenuti nella piccola comunità montana dello stato di Washington, questo “Dossier Finale” ci parla invece della terza stagione, dandoci forse qualche risposta in più, ma senza tradire lo spirito dell’opera di Lynch. Una lettura obbligata per tutti gli appassionati, che apprezzeranno anche moltp il set di action figure da 3.75″ fatto uscire quest’anno da Funko, che include riproduzioni di Dale Cooper, la signora del Ceppo, Laura Palmer avvolta nella plastica e Killer BOB. 

Acquista Twin Peaks. Il dossier finale  QUI | Funko Action Figure Twin Peaks 4-Pack QUI

E sempre a proposito di Twin Peaks e di doni natalizi, vi lasciamo qualcosa di speciale da sentire durante questo Natale 2017: una versione del canto tradizionale “Twelve Days of Christmas” registrato nel 1990 alla stazione radio KROQ-FM e cantata da Dale Cooper (Kyle MacLachlan), Pete Martell (Jack Nance), Bobby Briggs (Dana Ashbrook), Lucy Moran (Kimmy Robertson) e – rullo di tamburi – Killer BOB (Frank Silva).

Scroll To Top