Home > Recensioni > Toronto 2015 — Sopravvissuto – The Martian
  • Toronto 2015 — Sopravvissuto – The Martian

    Diretto da Ridley Scott

    Data di uscita: 01-10-2015

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Il nuovo film di fantascienza di Ridley Scott era una delle anteprime mondiali più attese qui al Festival di Toronto.

Sopravvissuto – The Martian“, che arriva in Italia il 1° ottobre, è ambientato in un futuro non troppo distante e decisamente possibile, quando la NASA ha già portato l’uomo su Marte.

Noi assistiamo alla missione Ares 3, e alla sua deriva sciagurata quando una tempesta di sabbia costringe l’equipaggio all’evacuazione d’emergenza. Mark Watney rimane ferito, ma creduto morto e abbandonato sul pianeta. Mentre lui pianifica, con molta difficoltà, la sua sopravvivenza, sulla Terra si organizza, con molta difficoltà, il suo recupero.

Il film è tratto dal romanzo autoprodotto di Andy Weir “L’uomo di Marte” (pubblicato in Italia da Newton&Compton), un libro che si dilunga in una serie di dettagli tecnici che mettono a dura prova i lettori non estremamente appassionati di scienza e esplorazione spaziale. Dettagli che nel film si perdono (per fortuna), mentre rimane l’impronta umoristica dei personaggi e in particolare del protagonista.

Intorno a questo umorismo è costruito il cast del film, che con questo stratagemma e con il 3D (una maledizione di cui non ci siamo ancora liberati) spera di deviare l’attenzione dalla povertà creativa e tecnica della produzione.

Dopo i miracoli di “Alien”, “Blade Runner”, “Prometheus”, “Gravity” e “Interstellar”, non è ricevibile oggi la realizzazione approssimativa su cui si adagia “The Martian”, nonostante la musica dance anni ‘70 e la citazione de “La Compagnia dell’Anello” che il prezzo del biglietto lo valgono. Possiamo accettare un kolossal fantascientifico diretto da un grande regista buttato in caciara così?

Pro

Contro

Scroll To Top