Home > Rubriche > Music Industry > Trasforma il televisore in un centro multimediale

Trasforma il televisore in un centro multimediale

Negli ultimi anni il modo di fruire dei film in TV è cambiato radicalmente. A differenza del DVD, il Blu-ray non si è mai affermato come un vero e proprio standard di riferimento, rivelandosi quasi un fallimento. Con la diffusione della banda larga sono sempre più i servizi che ci consentono di scaricare i film in HD o gli album musicali direttamente da Internet. I vecchi supporti ottici sono così destinati a scomparire, soppiantati dai più pratici hard disk portatili in cui si possono salvare migliaia di file da avere sempre a disposizione e pronti per essere riprodotti quando ne abbiamo voglia. E per farlo oggi non c’è neanche più bisogno dei PC. Gli ultimi televisori sono stati dotati di porta USB per riprodurre i video, la musica e le immagini che salvate su queste periferiche di memoria. A tutto questo, poi, aggiungono anche la connessione a Internet per visualizzare i contenuti multimediali in streaming direttamente dal Web. Stando comodamente seduti in poltrona, ci si può gustare un video di YouTube o noleggiare l’ultimo successo cinematografico senza dover uscire di casa.

Peccato, però, che tutte queste funzioni siano state integrate nelle nuove TV solo da qualche mese. Chi si trova ad aver acquistato un televisore due o tre anni fa, magari pagandolo anche molto salato, difficilmente potrà godersi tutto questo. Che fare allora? Acquistare un’altra TV e sborsare altri soldi? Fortunatamente oggi si possono aggiungere le funzioni Web a un televisore attraverso piccoli dispositivi che costano sicuramente molto meno di un nuovo televisore. Tra le soluzioni più interessanti disponibili sul mercato la nostra attenzione è caduta sull’LG ST600, molto meno pubblicizzato dell’Apple TV 2, ma molto più funzionale e più completo.

Simile nel design e nelle dimensioni al dispositivo realizzato da Apple, l’ST600 ha un prezzo leggermente maggiore: costa 149 euro contro i 119 euro della ATV2. I 30 euro in più che si pagano, però, sono ampiamente ricompensati da tantissime funzioni non presenti nell’alternativa della casa della melamorsicata. Ha l’uscita HDMI ed è talmente piccolo che non sarà difficile trovagli posto. Per collegarlo al router di casa ha sia la porta Ethernet, sia il WiFi, molto più pratico perché ci evita di avere altri cavi liberi per il pavimento. L’ST600 ha poi una porta USB cui si può collegare una periferica esterna come un hard disk o una pendrive. Si possono, così, riprodurre film, musica e immagini senza dover collegare altri dispositivi e supporta tantissimi formati come DivX HD, MKV, MPEG4 (H.264) e così via.

La risoluzione video massima è a 1080p, contro i 720p della ATV2: le immagini, quindi, risulteranno molto più dettagliate. Inoltre il dispositivo di Apple non supporta il collegamento di periferiche di archiviazioni esterne ma si possono visualizzare i video solo condividendoli con iTunes da un PC o inviandoli da un dispositivo iOS con AirPlay. Il player di LG supporta anche il protocollo DLNA e così ci permette di accedere ai file memorizzati su un qualsiasi server multimediale, o su un hard disk di rete.

Come premesso, l’ST600 si collega a Internet fornendoci la possibilità di accedere a diversi servizi Web direttamente dalla TV. Possiamo visualizzare i video su YouTube, le foto su Picasa, controllare le previsioni Meteo, guardare i trailer delle ultime uscite in sala e anche noleggiare gli ultimi successi cinematografici su chili e acetrax.

C’è poi un vero e proprio browser per navigare su Internet e visualizzare anche i siti in Flash. La navigazione non è fluida come quella su PC, ma il telecomando è dotato di un tasto centrale a sfioramento che consente di muovere il cursore sullo schermo come se si stesse utilizzando un touchpad.

In ultimo l’ST600 mette a disposizione un piccolo market da cui si possono installare alcune decine di applicazioni. Si tratta per lo più di piccoli giochi o widget la cui utilità è per ora molto relativa. L’offerta è esigua e molte di queste app sono in inglese e, quindi, inutilizzabili da noi. Col tempo, però, le cose dovrebbero migliorare perché la piattaforma Smart TV di LG sarà costantemente aggiornata con nuovi contenuti.

Nel complesso l’ST600 è un dispositivo molto interessante e ricco di funzioni. Consente di integrare nella TV un player multimediale e le funzionalità Web a un prezzo ragionevole. Al riproduttore video manca la possibilità di recuperare le informazioni sui file dal Web, ma non si può avere tutto. Se proprio gli si vuole trovare qualche difetto, manca l’integrazione con le piattaforme RaiTV e quella CuboVision di Telecom.

Scroll To Top