Home > Recensioni > Tre Allegri Ragazzi Morti: Inumani
  • Tre Allegri Ragazzi Morti: Inumani

    La Tempesta Dischi / none

    Data di uscita: 11-03-2016

    Loudvision:
    Lettori:

Inumani” è il nuovo album del gruppo di Pordenone che ha portato innovazione nella musica italiana, i Tre Allegri Ragazzi Morti, ovvero Davide Toffolo, Enrico Molteni e Luca Masseroni, uscito l’11 marzo per La Tempesta Dischi.
Il trio è riuscito ancora una volta a stupire il pubblico e a creare un altro dei loro capolavori, con eccezionali collaborazioni quale Jovanotti (In questa grande città – la prima cumbia), dalle sonorità folk dall’influenza sudamericana, e suoni ricercati dalle tendenze dub. Si evince da ogni brano l’attitudine all’innovazione, lo studio approfondito del suono e la creazione di testi semplici ma efficaci, dai più nostalgici come nella ballata “Ruggero” e blues come in “Libera”, in collaborazione con Vasco Brondi (Le Luci della Centrale Elettrica), sino ad arrivare al brano di chiusura del disco “Disponibile”, con riff rock e funky.
11 tracce dal contenuto poetico che costituiscono il continuum perfetto per la carriera della triade friulana, proseguendo l’evoluzione intrapresa con gli album Primitivi del futuro e Primitivi del dub, entrambi datati anno 2010.

Un album di grande spessore. Un gruppo che ancora una volta non delude le aspettative, grazie al grande estro e alla capacità creativa di musicisti come pochi nel panorama italiano.

Tracklist
Persi nel telefono
In questa grande città (La prima cumbia) con Jovanotti
E invece niente
Ruggero
La più forte
Ad un passo dalla luna
C’era una volta ed era bella
I miei occhi brillano
Libera
L’attacco
Disponibile

Pro

Contro

Scroll To Top