Home > Rubriche > Eventi > Trieste Film Festival 2008

Trieste Film Festival 2008

Sullo schermo più di 140 titoli, tra documentari e cortometraggi del cinema est-europeo e importanti anteprime, italiane e internazionali. Incontro con gli autori, approfondimenti, mostre e, tra gli eventi speciali, il concerto di Massimo Zamboni (storico membro di CCCP e CSI), per una settimana all’insegna del cinema, dell’arte più nascosta e meno conosciuta del vecchio continente.
È stato questo l’obiettivo dell’Associazione Alpe Adria Cinema, che appoggiandosi ai cinema e al Teatro Miela, ha potuto dedicare spazio e attenzione ad una cinematografia “di confine”, dalle solide radici e che costantemente arricchisce il cuore artistico della Nuova Europa.
Svoltosi dal 17-24 gennaio 2008, a Trieste vi sono state due grandi anteprime assolute: la proiezione del cortometraggio, firmato dai documentaristi Francesco Conversano e Nenè Grignaffini, “Il Mare In Una Stanza”, che ha fatto da apertura, e l’ultimo film del maestro polacco premio Oscar Jiri Menzel “Ho Servito Il Re D’Inghilterra”.
Si sono tenuti grandi concorsi come quello Internazionale per i Lungometraggi e quello Internazionale di Cortometraggi, senza dimenticare il Concorso Internazionale Documentari che ha permesso la visione del lavoro “I Bambini Della Collina Di Petricek” del regista sloveno Mirian Zupanic, focalizzato su un processo di revisione storica e analisi umana su quello che la Slovenia ha vissuto durante la guerra e nel suo passato più recente.
All’imponente lavoro culturale hanno contribuito l’ampia monografia dedicata al regista ungherese István Gaál, composta da incontri e da una mostra fotografica, e l’omaggio a Italo Svevo con la sezione “Italo Svevo: Tutte Le Films” e l’allestimento della mostra “Personaggi In Cerca D’Autore – Svevo in scena” presso il museo sveviano.
Per quanto riguarda opere italiane, la sezione Zone di Cinema ha riservato grandi anteprime con il supporto della Friuli Venezia Giulia Film Commmission: quella italiana di “Fuori Dalle Corde” di Fulvio Bernasconi e di “La Fine del Mare” di Nora Hoppe, e la prima assoluta di “Bottecchia, L’Ultima Pedalata” di Gloria De Antoni.

Scroll To Top