Home > Zoom > Sanremo 2011: Trionfa l’amore di Vecchioni

Sanremo 2011: Trionfa l’amore di Vecchioni

È Roberto Vecchioni ad aggiudicarsi la vittoria dei Big a questo 61simo Festival della Canzone Italiana, lui che “non ci volevo neanche venire a Sanremo”, ma che poi ha romanticamente dedicato il suo successo alla moglie. Secondi classificati i favoriti Modà ed Emma con l’appassionata “Arriverà” e terzo Albano, altra sorpresa dell’ultimo minuto, con la struggente “Amanda è libera”, brano sul quale – tanto per cambiare – è già caduto il sospetto di plagio. Il pezzo sembra essere del tutto simile ad un singolo di Jonathan Cilia del 2004 “Immigration”. Ascoltate QUI e giudicate.

Oltre alla musica, protagonista della serata anche l’intera squadra al timone a partire dal mattatore Gianni Morandi, al quale si perdona tutto, anche le gaffe, gli strafalcioni “Direi di dire…”, la poca presenza scenica. Per la serata di chiusura del festival anche le due “vallette” si sono guadagnate i loro momenti di gloria: Belen ha duettato con il padre che l’accompagnava alla chitarra, mentre la Canalis si è esibita in un balletto che sarebbe dovuto essere sexy, se solo fosse stata un po’ meno legnosa di un sughero sardo… I migliori della squadra, e non solo nell’ultima serata, si sono dimostrati ancora una volta Luca e Paolo“Se Berlusconi non ha ancora telefonato vuol dire che il festival gli è piaciuto. Mi chiedo dove abbiamo sbagliato” – con gag intelligenti, bipartisan e con una comicità dosata e non eccessiva, visto il target e l’occasione.

Ospite internazionale la rocker canadese Avril Lavigne, che sul palco dell’Ariston ha presentato il suo nuovo singolo “What The Hell”, brano pop-punk-rock che farà la felicità dei suoi fan, molti dei quali hanno assediato le vie di Sanremo già dalla mattina.
Altro ospite della serata Massimo Ranieri che si è cimentato prima con Luca e Paolo in un mix di musica napoletana e genovese, poi con il cerimoniere Morandi, regalando al pubblico un momento di grande musica italiana e intonando “Volare” di Modugno.
In realtà era atteso anche Sylvester Stallone, ma pare che per problemi con la Rai, il contratto sia saltato all’ultimo. Ci viene da pensare che se il siparietto sarebbe stato come quello che ha coinvolto Robert De Niro, tanto meglio così!

Passato da un memorabile Benigni, da un non indimenticabile Andy Garcia, visti Robert De Niro e Monica Bellucci e i Take That, l’ultima serata mette al centro la musica e si chiude con ovazioni e soddisfazione generale per i risultati della gara. Ora però gli artisti e i loro brani dovranno scontrarsi con un “nemico” decisamente più temibile: il mercato e le vendite. Siamo sicuri che i risultati rispecchieranno gli esiti del Festival? Staremo a vedere. Perché “Sanremo è Sanremo”, ma il resto, di solito, è tutta un’altra storia.

Scroll To Top