Home > Recensioni > Truppensturm: Fields Of Devastation
  • Truppensturm: Fields Of Devastation

    Truppensturm

    Loudvision:
    Lettori:

Guerra Lampo

Questa one-man band proveniente dalla Germania è l’incarnazione del war black metal classico, senza alcun fronzolo, di produzione molto scarsa e alquanto ripetitivo. Senza ovviamente dir nulla di nuovo rispetto ai classici gruppi padri del genere. Ora, questi aggettivi sembrano forse tutti abbastanza negativi, ma indubbiamente agli amanti del black diretto, crudo e tiratissimo questo disco potrà piacere. Tra istinto e sentimento qui indubbiamente prevale il primo a scapito del secondo.

Qualche buona idea si può anche scovare -i riff sono cattivi al punto giusto, l’utilizzo della voce è ottimale – ma nel complesso l’album offre poco o niente, se non un tappeto di batteria sempre uguale ad accompagnare l’ascolto e i classici concept guerrafondai. C’è poi da dire che i pochi spunti interessanti non hanno nemmeno il tempo di essere sviluppati dato che la durata media di una canzone si aggira intorno ai due minuti, in un album che complessivamente ne dura poco più di ventitré. L’unica cosa che interviene a spezzare la monotonia sono effetti rumorosi e intermezzi parlati che di certo non alzano la media qualitativa.

Scroll To Top