Home > Zoom > Summer Festival: Tutti gli appuntamenti dell’estate

Summer Festival: Tutti gli appuntamenti dell’estate

Festival estivi questi sconosciuti? Speriamo di no, ma un ripassino lo facciamo volentieri: intere giornate in cui si susseguono sul palco una decina di gruppetti e grupponi. Location rigorosamente all’aperto ed esposte alle intemperie, biglietti venduti per la singola giornata o in stile abbonamento, aree di svago, fiumi di birra (non a caso spesso sponsor ufficiali) e zona campeggio. Ah, dato che siamo in anno di mondiali, i più svegli fra gli organizzatori prevedono anche maxischermi o addirittura interruzioni per i momenti in cui gioca la nazionale del paese ospitante.

E se la primavera bussa alle porte, noi pensiamo già all’estate! Siamo quasi ad Aprile ed è ora di iniziare a guardarsi intorno pensando a qualche meta europea o italiana per le vacanze… Da buoni amanti della musica, è l’occasione perfetta per visitare qualche città dove – guarda caso – si potrebbe anche partecipare a qualche mega festival! Da Venezia a Budapest, dalla Serbia all’Irlanda, se non volete perdere neanche una nota continuate a leggere!

Pronti? Via con l’Italia!

È con dispiacere che ammettiamo che quest’anno il modo migliore per vivere l’atmosfera dei festival estivi, soprattutto sul versante rock e metal, è farsi un viaggetto all’estero. Ma vediamo cosa ci resta in patria (va bene, se proprio siete impazienti saltate direttamente alla pagina successiva!).

Archiviata anche per quest’anno l’esperienza dell’Evolution Festival, si affievoliscono le speranze anche per il Rock In Idro 2010 di cui non si ha ancora uno straccio di notizia (forse il colpo di grazia è stato lo spostamento dell’anno scorso dall’Idroscalo al Palasharp?).
Inossidabile invece l’Heineken Jammin Festival (3-6 Luglio, sito ufficiale), che si ripropone anche quest’anno e ci riprova con gli Aerosmith e i Pearl Jam. Da sabato a martedì, quattro giorni piuttosto inediti a Mestre fra punkrock, hip hop e sonorità alternative in cui gli headliner saranno i già citati Aerosmith e Pearl Jam, i Green Day ed i Black Eyed Peas.

Altra pietra miliare in Italia per i più accaniti metallari è il Gods Of Metal (25-27 Giugno, www.godsofmetal.it), ormai itinerante, che quest’anno si terrà al Parco della Certosa Reale a Collegno (Torino). Scorrendo le line-up non si può nascondere la nostalgia per gli anni passati: scalette decisamente ridimensionate – stando agli artisti sinora confermati – e un senso di già sentito. I “pezzi grossi” saranno i Killswitch Engage, Lordi e Motorhead.
Per chi preferisce sonorità meno ruggenti, l’I-Day (4 Settembre, Arena parco nord, Bologna) propone quest’anno un inaspettato ritorno sulla scena dei Blink 182, con una scaletta ancora in via di definizione.
[PAGEBREAK] E oltre il confine? Guardiamo i dieci festival da non perdere!
Tutt’altra musica, è il caso di dirlo, in Europa, dove atmosfera e varietà delle proposte sono decisamente più allettanti. Scorrendo questa “top ten” vi accorgerete che ce n’è davvero per tutti i gusti!

Partiamo subito dal più invitante: lo Sziget (11-16 Agosto, sziget.hu), soprannominato la “Woodstock sul Danubio” per la particolare location sull’isola di Obuda, nel tratto in cui il Danubio taglia in due la capitale Ungherese. Sei giorni di musica a 140 euro (170 euro campeggio incluso) o 170 euro (e 200 euro) prenotando dopo il 30 Aprile.
Tutto fa presagire che lo Sziget possa diventare popolare in Italia quanto l’Oktoberfest. Che c’azzecca? Beh, intanto su szigetfestival.it sono in vendita pacchetti viaggio esattamente come avviene per l’evento birraiolo.
Ma non perdiamoci per strada: in programma sound che spaziano dal punk all’elettronica, passando per il metal degli Iron Maiden. In scaletta band come Bad Religion, Gorillaz, Faithless, Kasabian, Muse, Ska-P e… Subsonica!

Saltando ad altre ben più note isole, UK e Irlanda propongono appuntamenti che negli ultimi anni richiamano appassionati da paesi sempre più lontani.
In Scozia il già sold-out T in the park con Muse, Eminem, Prodigy, Jay-Z e Stereophonics, tanto per dirne una manciata e in Inghilterra il Glastonbury 2010 (13-27 Giugno, Glastonburyfestivals.co.uk), festival in cui trova posto ogni genere di performance artistica. Il festival più grande del mondo, dicono loro, con aree per spettacoli di danza, cinema, teatro… e una manciata di palchi per ospitare, fra gli altri, U2, Stevie Wonder e Muse. E con solo sei band confermate, è impressionante scoprire che i biglietti siano già esauriti!

Concludiamo la carrellata tra le lande anglofone con l’Irlanda, dove è di casa l’Oxegen (8-11 Luglio, Oxegen.ie), acerrimo nemico dello scozzese “T in the park” di cui la scaletta sembra ricalcata per molti dei maggiori artisti: Eminem, Muse, Jay-Z, Black Eyed Peas, Kasabian, Prodigy, David Guetta, Fatboy Slim e via dicendo.

Torniamo sulla terraferma per gli ultimi festival prima del duo finale riservato agli appassionati più borchiati.
Tappa in Danimarca per il Roskilde (1-4 Luglio, Roskilde-festival.dk). Piuttosto varie le line-up, come si evince spulciando i nomi: Nofx, Them Crooked Vultures, Porcupine Tree, Motorhead, Alice In Chains, Pavement. E i Muse. Sì, ancora loro!

Oppure possiamo scegliere il Belgio, dove negli stessi giorni del precedente ci aspetta il RockWerchter (Rockwerchter.be). Mettici i Green Day con Editors e Paramore al giovedì e aggiungici Faithless + Muse + Stereophonics al venerdì. La domenica, se si sopravviverà all’accoppiata da brividi Pink-Rammstein del giorno precedente, spazio a Pearl Jam, Arcade Fire, Them Croocked Vultures e Alice In Chains. Qui però c’è da andarci pesanti anche di portafoglio: 188€ l’abbonamento e 76€ i giornalieri (campeggio escluso).

Infine Serbia e Spagna vi suonano bene? Ci suona bene l’EXIT a Novi Sad (8-11 Luglio, Exitfest.org) che varia un po’ la proposta con Chemical Brothers, Mika, Placebo, Missy Eliott e altri 600 artisti divisi in 25 palchi. Il tutto per 78,50€!
E ci suona altrettanto bene lo spagnolo Benicassim (15-18 Luglio, FiberFIB.com) che vede in cima alle scalette Prodigy, Kasabian e Vampire Weekend.

Non ne avete ancora abbastanza?
Voltiamo di nuovo pagina per concludere con i must del panorama hard rock e metal.
[PAGEBREAK] Dedicato a chi, del metallo, proprio non può fare a meno
Chiudiamo la top ten dei festival estivi con la quasi novità dell’evento peso itinerante Sonisphere (giugno-agosto, sonispherefestivals.com), nato nel 2009 e che quest’anno propone Metallica, Slayer, Megadeth e Antrax come zoccolo duro per le tappe in Polonia, Svizzera e Rep. Ceca, mentre Iron Maiden per UK (con i Rammstein), Svezia e Finlandia. Come dire… punta un dito sulla band che vuoi sentire… uno su una città che vuoi vedere, e un incrocio lo trovi!

Concludiamo con il WOA, all’anagrafe Wacken Open Air, per gli amici Wacken (5-7 Agosto, wacken.com), festival che negli anni si è ritagliato la corona di re dei festival metal. Con il motto “Faster, Harder, Louder”, in questa ventunesima edizione sono ottantadue le band confermate sinora. Inutile un elenco, ma ce n’è per tutti i gusti: dagli Amorphis ai W.A.S.P. passando per Alice Cooper, Edguy e Primal Fear. Ah, e gli onnipresenti Slayer e Iron Maiden che a quanto pare quest’estate faranno il pieno (per le loro tasche).

A questo punto non vi resta che scegliere una città. O una band. O una data. Insomma, quando vorrete e dove vorrete, molto probabilmente ci sarà esattamente chi vi piacerebbe sentire! E allora, sito del festival alla mano per assicurarsi gli ultimi biglietti, voli low cost, zaino, tenda e si parte!

Scroll To Top