Home > Report Live > Un concerto di eccellenza

Un concerto di eccellenza

Un concerto di eccellenza perché i Wilco si presentano a Firenze con tanta voglia di suonare e di spaziare intorno ai quindici anni di eclettico ed eccellente repertorio che hanno alle spalle. Un concerto di eccellenza perché il teatro della Pergola è un ambiente tanto sui generis quanto perfetto per una performance rock e riesce a creare un contorno quasi magico intorno alla band di Chicago. Un concerto di eccellenza perché il pubblico si aspetta che lo sia; due mesi prima della data del live i biglietti erano praticamente introvabili.

Un concerto di eccellenza perché lo stile dei Wilco è tanto forte quanto aperto a qualsiasi veduta; si va dal folk più puro al rock più sperimentale costruendo e decostruendo la forma classica della canzone contemporanea appoggiandosi ad una strumentazione rare volte banale e rare volte eccessiva e, alla voce di Jeff Tweedy che anche nella perfezione dei riverberi teatrali non perde mai un colpo. Un concerto di eccellenza perché quando sei sul palco da quasi due decenni e continui a divertirti fai divertire il pubblico in maniera viva, spontanea e decisamente positiva. Un concerto di eccellenza perché il rapporto con lo stesso pubblico è probabilmente tra i più veri e sani che si siano mai visti. Un concerto d’eccellenza perché fa incontrare e star bene insieme le più disparate tipologie di persone.

Un concerto di eccellenza perché non ero li a prendere appunti mentali e a scrivere la scaletta ma ascoltavo assorto, quasi alienato, e i Wilco non sono di certo la mia band preferita. Un concerto di eccellenza perché alla fine del live, alle lamentele di una mia amica riguardo la troppa irriverenza di alcune ragazze americane che sedevano nella fila antistante suo padre le ha ricordato che era ad un concerto rock. Un concerto di eccellenza perché scrivendone non ho avuto bisogno di essere tecnico o di fare la cronaca della serata, ho scritto quello che ho sentito.

Se i Wilco ancora non li avete visti dal vivo, beh, trovate il modo di farlo. Dopo ore e ore dedicate ai dischi che avevo apprezzato ma che non mi avevano mai convinto troppo, ricorderò sempre questo concerto di eccellenza.

Scroll To Top