Home > Recensioni > Una storia sbagliata
  • Una storia sbagliata

    Diretto da Gianluca Maria Tavarelli

    Data di uscita: 04-06-2015

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Stefania, la protagonista di “Una storia sbagliata” di Gianluca Maria Tavarelli, è una donna di provincia che vive di difficoltà quotidiane e del suo amore per il marito, Roberto, un militare impegnato in Iraq. Lei si unirà ad una missione umanitaria pur di raggiungere quelle stesse terre, un viaggio per guardare con gli occhi dell’altro una realtà tanto diversa quanto simile, per scoprire le proprie verità e il reale motivo di quel viaggio.

“Una storia sbagliata” riesce nell’intento di coinvolgere emotivamente in modo forte chi lo guarda. La scelta di intrecciare i ricordi con scene del presente mantiene necessariamente alta l’attenzione e porta ad osservare con maggiore cura ogni dettaglio, il che rende quest’alternanza mai confusionaria.

In alcuni momenti la storia riesce a tenere lo spettatore anche con il fiato sospeso, ma poi non si arriva a svelare retroscena poco credibili, che altrimenti allontanerebbero la vicenda dalla realtà più vicina e comune.

I personaggi sono tutti ben studiati e nulla è comunque lasciato al caso, anche le interpretazioni risultano molto naturali. Non ci sono eroi o anti-eroi, ma vite profondamente diverse che si trovano a convergere su una realtà brutale e che brutalmente segna chi la vive, direttamente o indirettamente.

Portare sullo schermo una guerra e determinate sue sfumature è sicuramente difficile sotto vari aspetti, ma in questo caso possiamo parlare di una fotografia molto realistica, di uno scorcio, un punto di vista che coinvolge e porta a molte riflessioni, e il finale è solo il punto di partenza per tornare indietro a spiegarsi il passato e poter guardare avanti con una nuova coscienza.

Pro

Contro

Scroll To Top