Home > News > Venezia 72 celebra Wes Craven con una proiezione gratuita di Nightmare

Venezia 72 celebra Wes Craven con una proiezione gratuita di Nightmare

Sabato 5 settembre Venezia 72 celebrerà Wes Craven con una proiezione gratuita del suo film più iconico, “Nightmare – Dal profondo della notte” (“Nightmare on Elm Street”, 1984). L’ha annunciato questa mattina il direttore del Festival Alberto Barbera, durante la conferenza stampa d’apertura.

Un omaggio dovuto, in seguito all’inaspettata scomparsa del regista americano, tra i più importanti esponenti della new-wave horror. Erano molti i titoli tra cui scegliere, dal suo primo, disturbante, “L’ultima casa a sinistra“(“The Last House on the Left”, 1972), al troppo spesso dimenticato “Il Serpente e l’arcobaleno” (The Serpent and the Rainbow, 1988), bellissimo film di zombi – quelli veri del folklore haitiano- che riesce a sottrarsi all’immaginario romeriano.

La scelta, però, è ricaduta sul suo film più celebre, primo capitolo della fortunata saga che ha come protagonista lo spaventoso Freddy Krueger e della sua vendetta, che colpisce le sue giovani vittime nel momento in cui sono più inermi, nei loro sogni. Un’idea che si ispirava ad un articolo che Craven lesse sul Los Angeles Times, riguardo la morte nel sonno di alcuni giovani cambogiani, tormentati da terribili incubi durante alcuni episodi di “paralisi notturna”.

L’idea ebbe successo e “Nightmare – Dal profondo della notte” ebbe sei seguiti. L’ultimo, “Nightmare – Nuovo Incubo” (“Wes Craven’s New Nightmare”, 1994), per la regia di Craven stesso, potrebbe essere considerato un sequel diretto del primo film, sia per tono, sia perché nasce dall’idea che Krueger sia riuscito a sfondare la barriera tra reale e finzione, entrando nella vita vita e tormentando i protagonisti del primo film.

Il Festival di Venezia ci offre quindi un’occasione imperdibile per celebrare il talento di Wes Craven e vedere sul grande schermo i capostipite della serie, un pezzo di storia del cinema horror, con l’unica proiezione di mezzanotte di tutta la manifestazione. Una scelta quantomai azzeccata.

 

Scroll To Top