Home > Report Live > Vent’anni in una sera

Vent’anni in una sera

Nonostante siano passati solo due anni dall’ultimo giro nei palazzetti, è con questo tour che sembra essere suonato il richiamo collettivo per tutti i ragazzi degli anni ’80 e ’90, che iniziano a guardarsi indietro, preda dei primi sintomi di nostalgia.

Sarà stata la paura di sentirsi grandi o la voglia di rispolverare qualche ricordo, fatto sta che oggi al Mediolanum Forum ci abbiamo trovato mezza Milano e abbiamo incrociato più di un gruppo di coetanei ed amici, tutti convogliati per questa celebrazione massiva al limite del revival.

Il Forum si riempie completamente e alle 21, puntualissimo, fa il suo timido ingresso il ragazzo inadeguato che tutti aspettavano. Si inizia in versione quasi karaoke, con le parole delle canzoni più recenti che scorrono sui cinque maxischermi alle spalle di Max Pezzali e di un palco piuttosto sobrio nell’allestimento.

La prima vera scossa la dà “Rotta x casa di Dio”: finalmente si sente la voce degli oltre 12.000 presenti! E via, siamo ufficialmente imbarcati sulla macchina del tempo che ci porterà avanti e indietro a ripercorrere i vent’anni di carriera del cantautore pavese. Ogni canzone sono ricordi e situazioni che tornano alla mente. In ogni pezzo, degli 883 prima e di Pezzali dopo, c’è parte del vissuto di ognuno di noi: un po’sfigati, sognatori, felici per le piccole cose, in paranoia, innamorati o cinicamente disillusi.

“Come Mai” rischia di tirare giù il Forum, tanta è la grinta di chi aspettava di sentirla e cantarla insieme a Max. I suoni che escono dalle casse passano a tratti in secondo piano rispetto ai decibel generati dal pubblico.
Il confronto fra passato e presente è la costante della serata, ma l’apice lo si raggiunge con “Sei Un Mito”. L’ex ragazzo del pavese canta solitario in mezzo al palco e una decina di metri alle sue spalle si viene scaraventati vent’anni indietro con le immagini del video originale di questo singolo.

La scaletta è un’armoniosa alternanza di vecchio e nuovo, di canzoni da immense compagnie di amici e brani più romantici da apprezzare in due.
La band a supporto è affiatata. Le brevi pause per i cambi di scena sono riempite da Dj Shablo che mixa alcuni pezzi storici che non hanno potuto trovar spazio in scaletta. I mix sono un po’grezzi, ma il pubblico non manca di cantare anche quando il frontman si trova dietro le quinte.

La doppietta “Nessun Rimpianto” e “La Dura Legge Del Gol”, con le immagini del mondiale 2006 a fare da cornice, caricano nuovamente a mille l’intero palazzetto. In tutta la serata la voce di Pezzali non ha sbavature: pezzo dopo pezzo ci sembra di ascoltare le versioni del disco… ehm, ops… erano ancora musicassette!

Prima comunque ci sbagliavamo: il vero momento revival arriva con “Nord Sud Ovest Est”. Niente video qui, ma una figura che appare sul palco. Capello ingrigito e fisico appesantito, ha un microfono in mano e si agita. Increduli, ci mettiamo qualche attimo a realizzare che sia davvero lui. Esatto, “quello che ballava degli 883″. Mauro Repetto ringrazia più volte Max per avergli permesso la comparsata e qualche coro si leva per inneggiare a questo pezzetto di storia.

Nel finale c’è ancora tempo per cantare a squarciagola e rendere a Max un po’delle emozioni che ha regalato durante la serata: un medley di lenti con suoni appena accennati (prima tastiere e poi chitarra acustica) e la voce che spesso si interrompe per lasciar cantare la schiera di ragazzi che oggi è confluita per il “Max 20 Live Tour”.
Come se le emozioni della serata non fossero state sufficienti, ecco il colpo di scena definitivo: salta sul palco J-Ax, in tempo per duettare la canzone che chiude la scaletta.

Stasera abbiamo subìto sbalzi d’umore che hanno toccato ogni possibile emozione mentre urlavamo e saltavamo con gli amici, quando era il momento di teneri abbracci, quando ci è venuta la pelle d’oca o non abbiamo saputo trattenere qualche lacrima.
E anche le due ore di questa serata son volate via in un attimo.
R
icordi ed emozioni che riaffiorano, però sempre memorie poi rimangono…
Ciò che è stato è stato, è tutto giusto così!
Però adesso bisogna andare, che di strada ce n’è ancora…

Guarda qui le foto del concerto.

Ragazzo Inadeguato
I Cowboy Non Mollano
L’Universo Tranne Noi
Lo Strano Percorso
Rotta x Casa Di Dio
Gli Anni
Quello Che Capita
Come Mai
Il Mio Secondo Tempo
Sei Un Mito
Sei Fantastica (con Emis Killa)
Hanno Ucciso L’Uomo Ragno
Come Deve Andare
Nessun Rimpianto
La Dura Legge Del Gol
Il Presidente Di Tutto Il Mondo
La Regola Dell’Amico
Nord Sud Ovest Est (con -per modo di dire- Mauro Repetto)
Il Mondo Insieme A Te
Con Un Deca
La Regina Delle Celebrità
Tieni Il Tempo
Medley: Nient’Altro Che Noi, Ti Sento Vivere, Io Ci Sarò, Eccoti, Una canzone d’Amore
Sempre Noi (con J-Ax)

Scroll To Top