Home > Report Live > Al via dal 25 novembre “Sorrento Incontra–M’Illumino d’Inverno 2017/18”

Al via dal 25 novembre “Sorrento Incontra–M’Illumino d’Inverno 2017/18”

“Qui dove il mare luccica e tira forte il vento, su una vecchia terrazza, davanti al Golfo di Surriento”, inizia così una delle canzoni più belle che il nostro panorama nazionale ci mette a disposizione. E’ Sorrento la protagonista della scena culturale campana in questo inverno, città modello di ispirazione artistica sin dagli anni di Dalla, tornata alla ribalta da dieci anni con la rassegna “Sorrento Incontra – M’Illumino d’Inverno 2017/18”, presentata questa mattina in conferenza stampa al PAN di Napoli.

Una line up ricchissima quella che il Comune di Sorrento offre quest’anno ai suoi visitatori, con la direzione artistica generale del regista e coreografo Mvula Sungani si svolgerà nella città di Tasso dal 25 novembre al 27 gennaio, con uno spettacolo finale atteso per marzo 2018.
Il festival, volto a destagionalizzare i flussi turistici per trasformare Sorrento d’inverno in un laboratorio di idee ed emozioni, oltre che in un salotto culturale dove gli artisti, oltre ad esibirsi, avranno spazio per incontare i fan e raccontarsi. Le proiezioni dei film, con salotto in cui saranno presenti i cast e l’incontro con i vari musicisti sarà organizzato anche con le varie scuole campane, a testimonianza che con la cultura bisogna familiarizzare sin da subito.
Ma una cartellonistica ricca di ospiti illustri come Ara Malikian, prodigio armeno-libanese del violino che tocca come unica città del Mezzogiorno la stessa Sorrento il 25 novembre, Giovanni Caccamo il 16 dicembre e Malika Ayane il 5 gennaio, vede l’intervento di un ospite illustre come James Senese e i Napoli Centrale che useranno il Teatro Tasso di Sorrento come banco di lancio del loro ultimo lavoro, un live – recording che celebra i 50 anni di carriera della band partenopea, il 2 e 3 dicembre.
Cinquant’anni di carriera che sembrano non tramontare mai. E’ notizia degli ultimi giorni quella di un Manuel Agnelli che bacchetta un concorrente di X-Factor che presenta un brano di un rapper del momento, esortandolo invece a proporre un brano dei Napoli Centrale. Agnelli e James Senese, due poli dell’Italia che trovano come punto di intersezione la musica, o meglio, la storia della musica nazionalpopolare.
Come presenterà cinquanta lunghi anni di carriera in uno spettacolo solo, viene chiesto a James, graditissimo ospite della conferenza stampa,  e la risposta è stata secca “Noi siamo stati il primo gruppo di avanguardia a rompere questo sentimento napoletano dagli anni ’73 fino ad arrivare ad oggi. Questo rimane un punto fermo che può già dire qualcosa di importante. Quello che succederà durante questo spettacolo/evento è che noi partiremo dagli anni ’70 fino ad arrivare ad oggi, ma azzerderei anche a domani, perchè ppe me è accussì, non mi sono mai fermato. L’occasione di avere a disposizione due date per festeggiare i miei cinquant’anni in musica è un evento per me molto importante, anche perchè abbiamo scelto una parte della provincia napoletana che a noi appartiene come sentimento, Sorrento. Napoli Centrale è un gruppo di avanguardia, a volte anche duro, il messaggio che noi con questo evento vorremmo che passasse è che c’è stata una rottura solo musicale con la tradizione napoletana, per aggiungere degli elementi Jazz-Rock alla solita melodia.
Sedici appuntamenti in sei location, un format inedito con artisti di rilievo nazionale ed internazionale andranno a comporre la nona edizione del Festival della Luce.

 

Scroll To Top