Home > Recensioni > Vincenzo Fasano: Il Sangue
  • Vincenzo Fasano: Il Sangue

    Vincenzo Fasano

    Data di uscita: 11-10-2011

    Loudvision:
    Lettori:

Che botta!

Il cantautorato, questo genere così impegnato a cui sono dediti solamente artisti che traboccano di verità e di cose da dire, che riescono ad arginare l’imminente inondazione di parole per mezzo della sublime poesia.

Se volessimo cogliere sotto questa accezione la categoria dei cantautori, ebbene allora “Il Sangue” di Vincenzo Fasano vi rientrerebbe meritatamente, e pure con ottimi voti. Probabilmente qualche mese fa il nome Vincenzo Fasano non vi avrebbe detto nulla, e infatti fino a poco tempo fa costui era un incredibile signor nessuno.

Un EP uscito quasi per scherzo nel 2010… et voilà! Nel 2011 un disco acclamato da pubblico e critica.

“Il Sangue”, sin dal titolo, si mette subito in una posizione di prestigio nell’attuale panorama dei folksinger nostrani. Canzoni che vengono elaborate dalla testa ma che, si sente, partono dalla pancia e dalle budella; canzoni che sono un pugno nello stomaco per ruvidezza e semplicità, ma che prestano molta attenzione agli arrangiamenti e ai contenuti. Certo è però che i punti di forza di questo disco non sono velleità artistiche ma presagibili caratteristiche di un debutto. E insomma, non è bello fare i disfattisti, ma speriamo un po’ tutti che questo non sia già l’acme di un così raro artista.

Pro

Contro

Scroll To Top