Home > Recensioni > Vintage Violence: Piccoli Intrattenimenti Musicali
  • Vintage Violence: Piccoli Intrattenimenti Musicali

    Vintage Violence

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Sdoppiamento

I Vintage Violence vogliono onorare la memoria di Gilberto Valsecchi morto prematuramente l’anno scorso. Il risultato ottenuto sono undici canzoni di breve durata studiate apposta per mirare, puntare e sparare.

I testi di questo secondo album sono orientati verso una precisa ideologia politica che però non etichetta il modo di suonare rock dei Vintage che invece risulta attuale e ben eseguito.

Come se testi e musiche appartenenti a due diverse generazioni si unissero in “Piccoli Intrattenimenti Musicali” per creare qualcosa di poco sentito al giorno d’oggi.

Nonostante la fusione di due epoche, a tratti sembra che il risultato non sia al livello del lavoro sudato in studio. Sia nella musica che in alcuni parti di testo la facilità della normalità sembra vincere sul rock impegnato che contraddistingue invece per bene canzoni come “Chupito & Plusvalore”.
Rock moderno allo stato puro.
Il divertimento e le riflessioni sono due elementi che troverete sicuramente come solide radici in questo progetto chiamato Vintage Violence.

Pro

Contro

Scroll To Top