Home > Zoom > Voci sconosciute

Voci sconosciute

Quattro capitoli, diretti e concisi, per raccontare, o meglio per far raccontare dalla viva voce dei protagonisti, storie di violenza subita, sopravvivenza in condizioni mostruose e speranza: in “Los Invisibles – The Invisibles“, la piccola serie di corti realizzata da Gael García Bernal e Marc Silver, a parlare sono i migranti sudamericani che a migliaia, ogni anno, tentano di attraversare il Messico diretti verso gli Stati Uniti.

Tantissimi scompaiono nel nulla, catturati e uccisi da bande di sequestratori, mentre chi riesce ad arrivare a destinazione passa inevitabilmente attraverso stupri e sevizie; diverse vittime non escludono il coinvolgimento di pubblici ufficiali nei soprusi a cui sono state sottoposte.

Bernal e Silver scelgono un approccio essenziale, osservano le linee dei volti, i colori dei luoghi, ascoltano le voci con partecipazione e semplicità.

La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro proietta i quattro corti (“Seaworld“, “Six Out Of Ten“, “What Remains” e “Goal!“) in questi giorni prima dei film serali in piazza; il progetto di “Los Invisibles” è stato realizzato da Bernal e Silver in collaborazione con Amnesty International che a Pesaro assegna anche un premio speciale al film (non necessariamente nella sezione competitiva) giudicato più rappresentativo sul tema della difesa diritti umani.

I cortometraggi di “Los Invisibles” sono visibili sul sito di Amnesty.

Scroll To Top