Home > Recensioni > We Are The Ocean: Go Now And Live

Le mille bolle blu

Da Loughton (Essex, UK), Dan Brown, Liam Cromby, Jack Spence, Alfie Scully e Tom Whittaker. Quelli che dicono d’essere l’oceano.
Cresciuti a pane e post-hardcore, nel 2011 presentano al pubblico internazionale il loro secondo lavoro, il cui titolo sembra essere un esplicitissimo consiglio: andatevene adesso e vivete.

Strutturato in modo standard e senza grandi sorprese, il disco scorre piacevolmente lungo un decalogo che alterna la voce screamo/scazzata a quella liscia. Il contrasto vocale genera un effetto che si ripercuote sull’insieme strumentale, capeggiato dalle chitarre elettrice – distorte nei momenti salienti – e dalla batteria martellante ma non troppo.

I cliché non sono innovativi, eppure la perizia e la capacità comunicativa risanano l’ambiente.

Già con l’esordio “Cutting Our Teeth” i cinque angli avevano conquistato una posizione abbastanza alta nelle classifiche di vendita del Regno Unito.
Di fatto, si sanno muovere in generi che vanno aldilà del proprio specifico. “Overtime Is A Crime”, per esempio, è puro hard rock dalle tinte cupe, che in qualche modo richiama i primi Foo Fighters, mentre “Runaway” è una pacifica traccia melodica.
Verificate.

Pro

Contro

Scroll To Top