Home > Recensioni > We Are Waves: We Are Waves
  • We Are Waves: We Are Waves

    We Are Waves

    Loudvision:
    Lettori:

Onde soundore

I We Are Waves sono un quartetto italico che alza lo stendardo del rock alternativo adornandolo di una preponderante vena elettronica, a.k.a. chitarre fortissime condite di sintetizzatore a manetta.

L’EP, prodotto da Marco Trentacoste (Le Vibrazioni, Lacuna Coil), è composto da quattro brani totalmente incentrati sulle fasi clou della condizione umana: il fallimento, la reazione, il riscatto. Per esprimere siffatte tematiche la lingua che è stata scelta è l’inglese, masticato sì, ma mandato giù ancora a pezzi troppo grossi per l’esofago.
Strumentalmente i quattro se la cavano, con un occhio di riguardo per la violenta “To The Ocean”.

Ciò che apprezziamo in tutto questo è l’impegno che il gruppo ci mette- perché no, non sono gente pescata a caso per la strada e messa in uno studio di registrazione. Apprezziamo meno l’efficacia del prodotto finale.
I presupposti per qualcosa che vada verso un’evoluzione in meglio ci sono, quindi noi attendiamo con fiducia.

Pro

Contro

Scroll To Top