Home > Report Live > We Have Band: Il “Movements” tour a Roma

We Have Band: Il “Movements” tour a Roma

Il Circolo degli Artisti ha l’aria condizionata all’interno. Ma non si sente. C’è una caldazza immane nel locale, ma noi impavidi siamo lì, che dopo aver ascoltato in apertura al trio anglosassone gli italianissimi Nauti (formazione electro-indie) non vogliamo altro che gli We Have Band. E magari anche una leggera glaciazione del luogo, ma son dettagli. Un po’ in ritardo rispetto a quanto previsto, le nostre preghiere si avverano: ecco salire sul palco Darren Bancroft- scalzo- insieme alla coppia marito-moglie Thomas Wegg-Prosser e Dede Wegg-Prosser- e gli ormoni dei maschi già iniziano a non capire più alcunché. I tre sono accompagnati da un batterista, probabilmente turnista, che per tutto il concerto sembrerà disperso nella nebbia delle Langhe.

IMG_8062

Si parte con il nuovo album, “Movements”, e nonostante il sudore il pubblico apprezza palesemente la performance. Si passa a “Someone”, uno dei brani prediletti dell’ultima uscita, ma solo quando si arriva a “Divisive”, hit proveniente dal debutto degli WHB, il Circolo crolla.

IMG_8052

Darren ha un sorriso a diecimila denti e continua a ringraziare in italiano, con quel buffo accento british.

IMG_8040

La serata prosegue con alcuni pezzi estratti dal secondo album “Ternion”, quali “Where Are You People?” e “Rivers Of Blood”. Il trio scalda l’audience facendola ballare e cantare, il tutto senza badare ai rivoli di acqua e sali minerali che segnano il viso di praticamente chiunque.

IMG_8098

La band, sebbene strematina per le intemperie climatiche, finito il primo set torna sullo stage per concedere volentieri un piccolo bis, cosa molto gradita. Se avevamo delle aspettative sul terzetto, beh… Non si può dire non le abbiano completamente attese. Anzi, si consiglia vivamente la partecipazione al prossimo live. Qualsiasi faccia abbiate.

IMG_8093

 

 

Scroll To Top