Home > Recensioni > What Difference Does It Make? A Film About Making Music
  • What Difference Does It Make? A Film About Making Music

    Loudvision:
    Lettori:

Ralf Schmerberg è un videomaker del collettivo berlinese Mindpirates: per festeggiare i quindici anni di attività, la Red Bull Music Academy lo ha coinvolto nel progetto di “What Difference Does It Make? A Film About Making Music“, un documentario su questa particolare accademia itinerante che organizza festival, eventi e laboratori artistico-musicali in ogni parte del mondo.

Brian Eno, Philip Glass, Giorgio Moroder, Lee ‘Scratch’ Perry, Erykah Badu sono alcuni dei musicisti che vediamo sullo schermo, interrogati da Schmerberg su cosa significhi davvero fare musica.

Il film sarà presentato il 17 febbraio con una serie di anteprime in varie nazioni (in Italia sarà al Cinema Farnese di Roma) e dal giorno seguente sarà possibile vederlo in streaming sul sito della RBMA.

Cos’è l’ispirazione artistica? Quanto conta, per un artista, la testardaggine? Fare musica è una questione di controllo o di resa totale? E se i soldi non arrivano che si fa? Sono alcune delle domande che Ralf Schmerberg pone ai protagonisti di “What Difference Does It Make” (il titolo si riferisce a una frase pronunciata da Brian Eno nel film): chi ama la musica si divertirà molto e troverà parecchi spunti di riflessione. E se poi vi viene voglia di partecipare in prima persona, quest’anno la RBMA farà tappa a Tokyo e le selezioni sono ancora aperte.

Pro

Contro

Scroll To Top