Home > Recensioni > White Lung: Deep Fantasy
  • White Lung: Deep Fantasy

    Domino Records / audioglobe

    Data di uscita: 17-06-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Signori e signore, punk e punkette di tutto il globo, ci siamo: è finalmente uscito “Deep Fantasy” terzo lp degli amati White Lung, formazione riot-punk di Vancouver capitanata dalla graffiante frontwoman Mish Way.

Sarebbe un errore lasciarci ingannare dal titolo “dreamy” del lavoro: “Deep Fantasy” ha ben poco a che fare con atmosfere fatate ed oniriche, anzi somiglia più ad una scarica di granate, o ad un calcio ben assestato nel basso ventre.

Insomma, non è di certo quella che si dice musica per signorine.

Il punk è così: sporco, crudo, non chiede il permesso, invade spazi ed orecchie.

Ed è per questo che ci piace, i nostri lo sanno bene. A partire dall’intro affidata a “Drown With The Monster”, passando per “Snake Jaw” – piccolo gioiello che sembra figlio di Courtney Love&Co -, lanciandosi attraverso gli spari di “I Belive You”, per approdare in “In Your Home”, si compie una sorta di percorso fra r-umori e polvere.

Gli White Lung sono cresciuti e ne danno la prova nel corso dell’intero album, soprattutto nella già citata “Snake Jaw” e in “Wrong Star”, tracce che sembrano figlie di qualcos’altro.

Già, ma cosa?

Forse questa è la strada da seguire, rompere gli schemi ancora una volta, essere imprevedibili, non lasciarsi prendere mai.

Una lezione da tenere a mente, anche in futuro.

Pro

Contro

Scroll To Top