Home > Recensioni > Working Vibes: Italia Solo Andata
  • Working Vibes: Italia Solo Andata

    Working Vibes

    Data di uscita: 01-01-2011

    Loudvision:
    Lettori:

Il dancehall di una band estinta

I Working Vibes erano un gruppo dancehall reggae/raggamuffin di Pisa con liriche cantate sia in italiano che in dialetto salentino e all’attivo hanno anche un premio Ciampi (vinto con “Te lo faccio vedere chi sono io”). Questo è il loro ultimo cd.

La caratteristica positiva di “Italia Sola Andata” è anche il suo difetto: mischia molti generi, passando da reggae (con testi banali e ripetitivi) verso il dub con anche pezzi di cantautorato. Tra i brani il pezzo reggae “Io Vorrei” e il rappato “Pirati” con aperture melodiche. I testi impegnati sono in “Le Scelte che fai” e “Resto in Piedi”, ma anche “Pirati Italiani”.

Buoni i testi, almeno, alcuni di essi, purtroppo caratterizzati dalla fastidiosa voce di Massimo Pasca, detto Papa Massi, molto convenzionale quando fa il giamaicano (dato che non lo è). Papa Massi arriva a commettere orribili errori di pronuncia. Si veda, come esempio di italiano casuale, “Lucy”, che nella versione dei Working Vibes è il tesoriere della Margherita.
Produttori del cd Finaz della Bandabardò, Cesare Petrich dei Negrita e Carlo Rossi (già produttore dell’ultimo di Caparezza); tra gli ospiti Roy Paci (in “L’ultima Fuga”), Dennis Bovell (in “Baby”) e Rakin’Alpha.

Pro

Contro

Scroll To Top