Home > Recensioni > Yakuza: Way Of The Dead
  • Yakuza: Way Of The Dead

    Yakuza

    Loudvision:
    Lettori:

Musiche morte

Gli Yakuza sono innanzi tutto la cronaca di un pasticcio; uno di quegli sconfortanti intrecci che sulla carta dovrebbero fare faville e poi si riducono ad essere più o meno insignificanti. Upside down: una lunga, piacevole quanto inutile jam di tre quarti d’ora, ricalcata sulle abusate regole del Miles Davis elettrico. È ragionevole supporre siano state considerate le regole auree per la buona riuscita del disco postcoretra cui, appunto, spicca la “traccia finale nonché strumentale da X minuti” (dove 30

Scroll To Top