Home > Recensioni > Zeronauta: Controluce
  • Zeronauta: Controluce

    La Clinica Dischi / none

    Data di uscita: 12-04-2017

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

In uscita il 12 Aprile per “La Clinica Dischi”, Controluce è l’album d’esordio della band Zeronauta, formata da quattro ragazzi di Firenze ossia Giacomo Aiolli, Gregorio Serni, Dario Valoti e Simone Fallone. Il gruppo si inserisce agevolmente nel filone della musica indipendente italiana, ma con una piega decisamente più rock  underground e – perché no? – anche un po’ più grunge rispetto alla media. Piega che si intona con il mondo rappresentato dalla musica degli Zeronauta, inquinato e irraggiato dal grigio sole del nichilismo, diviso tra il chaos fuori e dentro di noi. I titoli delle tracks lo manifestano molto bene, e alcune attirano subito la nostra attenzione: Controluce con il suo controcanto tra morbidezza della chitarra elettrica e l’accelerata di batteria e piatti, l’energia di Giorno Immobile (“tossico è il mio combustibile”) decisamente una delle più incisive, la più dolce Killer Queen dove anche l’amore diventa lotta senza esclusione di colpi, in Plastica il cantato effettato e sintetico rappresenta il materiale/rifiuto moderno per eccellenza, la plastica appunto, infine Vienimi A Salvare in cui si esprime il bisogno di essere trascinati fuori da se stessi per scampare all’implosione, per non ripiegarsi nelle paure e ossessioni personali.

Un disco quasi concept che rivela una riflessione, un rock strutturato, deciso e con intuizioni fortunate la accompagna, senza cadere nella prevedibilità o nell’insipidezza di alcuni gruppi indie all’esordio. Gli Zeronauta hanno studiato, e si dimostrano all’altezza del loro primo album senza farci rimpiangere praticamente nulla di una band già navigata, e certo non potranno passare inosservati dal mercato musicale. Da tenere sott’occhio.

Tracklist:
1)  Vienimi a salvare
2) Giorno immobile
3) Sono rimasto io
4) Plastica
5) Killer Queen
6) Tu chi sei
7) Controluce
8) Mi trascino
9) Fotofobia
10) Particella Oscura

 

Pro

Contro

Scroll To Top