Home > Recensioni > Zeus!: Zeus!
  • Zeus!: Zeus!

    Zeus!

    Data di uscita: 14-10-2010

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

I Bolt italiani

Gli Zeus! sono un duo quasi prettamente strumentale (riconducibile alla no-wave e all’hardcore) che, osannato da un manipolo di devoti, ricorda parecchio i Lightning Bolt, benchè molto più addomesticati e ricercatori di una forma canzone.

Potrebbero essere gli Zu, ma con meno perizia. Insomma, lo stile è quello. Un po’ anni ’70 (ricordano in effetti i Calibro 35) ma con una valanga di suono. Che però i fedeli del vero e proprio hardcore non sempre amano. I brani sono tutti sottesi da una strana gioia. All’ascolto del CD omonimo si avverte, quasi palpabile, la felicità dei due nel suonare.

Il CD apre con “Suckertorte”, che è tipo una pulizia dentale e che poi diventa i Fantomas o gli Zorn o i Runi, perché è storto come un ubriaco che torna a casa la sera, ma nella sua assurdità (e brevità: tutti i pezzi sono cortissimi) riesce ad avere anche un ritornello. Su tutto, vengono in mente i Primus, soprattutto in brani come “Grindmaster Flesh”.
Degna di nota la stravagante “Giacomo Leopardi”, pezzo più tranquillo rispetto agli altri.
Un plauso alla fantasia nei titoli.

Pro

Contro

Scroll To Top