Home > Recensioni > Zreticuli: InstruMental Control
  • Zreticuli: InstruMental Control

    Autoprodotto / none

    Data di uscita: 24-04-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Le cinque tracce che compongono la musica e le atmosfere di “InstruMental Control” contengono ritmi sovrapposti e condivisi tra generi come hip hop, R&b e drum’n’bass. I temi musicali sono frammentati, spezzettati e cambiano direzione tra i vari e ricercati sample.

Uno spazio sonoro elettronico che resta chiuso all’interno di un flusso continuo di idee musicali che risultano intermittenti.

Sound uniforme che spesso si agita in cambi di direzione, principalmente con crescendo, staccati e sovrapposizioni ritmiche che aprono e chiudono alla ricerca di una conclusione e vagano tra incertezze tematiche.

“InstruMental Control” contiene un concept basato su come la riflessione, l’apertura mentale e la presa di coscienza possano diventare potenti mezzi per reagire davanti alla manipolazione e al controllo del pensiero, al lavaggio del cervello che una parte della società senza scrupoli impone sull’esistenza dell’individuo.

Pro

Contro

Scroll To Top