Home > Recensioni > Zuth!: La Cosmonautica
  • Zuth!: La Cosmonautica

    Autoprodotto / none

    Data di uscita: 30-10-2019

    Loudvision:
    Lettori:
    5 (100%) 2 vote[s]

Correlati

Si chiama “La Cosmonautica” Il secondo lavoro in studio degli Zuth! Uscirà il 30 ottobre ed è anticipato dal singolo “Eroticaerobica” (uscito il 14 giugno). Il lavoro evidenzia l’anima indie rock della band, non mancano però piacevolissimi rimandi a un moderno pop elettronico, il tutto a supporto di testi molto profondi tipici della canzone d’autore. Il main theme del disco risulta essere l’incertezza, sulla vita, sul futuro e sulle scelte compiute e che si compiranno. Le ambientazioni descritte con sound evocativo miste a testi che raccontano storie di protagonisti protesi alla scoperta dell’ignoto (come ne “La Cosmonautica”, titletrack del disco) ci catapultano direttamente nella visione che gli Zuth! hanno della realtà che li circonda. Si sentono degli osservatori lontani che come Jurij Gagarin osservano il mondo da un oblò, pur facendone parte. Quello che colpisce, durante l’ascolto di questo lavoro, è l’approccio con cui viene percorso il filo rosso che lega tra di loro i brani, traspare un atteggiamento reattivo che ci porta a guardare l’incertezza di cui siamo spettatori come una sfida, non come una condanna. Credo che questo disco sia una ventata d’aria fresca per una scena indie stanca e conformata a standard ormai privi di innovazione.

 

di Carlo Capretta

Pro

Contro

Scroll To Top