Golden Globes 2017, tutti i vincitori — 7 premi per La La Land

Annunciati domenica 8 gennaio i vincitori dei Golden Globes 2017, i premi assegnati dalla Hollywood Foreign Press Association (HFPA, l’associazione della stampa estera che lavora a Hollywood) alle migliori produzioni cinematografiche e televisive della stagione appena conclusa.

A presentare la cerimonia di premiazione, ospitata anche quest’anno dal beverly Hilton Hotel di Los Angeles, c’era Jimmy Fallon. O forse non c’era. Sicuramente non si ricorda. Si ricorda e si ricorderà a lungo invece il premio alla carriera a Meryl Streep, il video della toccante carrellata delle sue interpretazioni piú celebri e impegnative e il suo lungo discorso altamente politico e di incitamento a resistere al “disrespect” targato Donald Trump, a due settimane dal suo insediamento alla Casa Bianca.

La La Land“, il musical di Damien Chazelle presentato alla scorsa Mostra di Venezia, ha vinto tutti i sette premi per i quali era candidato (segnando un record), compresi quelli maggiori per il miglior film (nella categoria commedia/musicale), per la miglior regia e per gli attori protagonisti Ryan Gosling e Emma Stone. Miglior film drammatico è invece “Moonlight” di Barry Jenkins, che abbiamo potuto vedere alla Festa del Cinema di Roma.

Ecco l’elenco dei vincitori nelle categorie cinematografiche dei Golden Globes 2017:

MIGLIOR FILM DRAMMATICO
“Moonlight”, di Barry Jenkins

MIGLIOR FILM MUSICALE O COMMEDIA
“La La Land”, di Damien Chazelle

MIGLIOR FILM ANIMATO
“Zootropolis”

MIGLIOR FILM IN LINGUA STRANIERA
“Elle” (Francia)

MIGLIOR ATTRICE IN UN FILM DRAMMATICO
Isabelle Huppert, per “Elle”

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM DRAMMATICO
Casey Affleck, per “Manchester by the Sea”

MIGLIOR ATTRICE IN UN FILM MUSICALE O COMMEDIA
Emma Stone, per “La La Land”

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM MUSICALE O COMMEDIA
Ryan Gosling, per “La La Land”

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Viola Davis, per “Barriere”

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Aaron Taylor Johnson, per “Animali notturni”

MIGLIOR REGIA
Damien Chazelle, per “La La Land”

MIGLIORE SCENEGGIATURA
“La La Land”, di Damien Chazelle

MIGLIOR COLONNA SONORA
“La La Land”, di Justin Hurwitz

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
“City of Stars”, da “La La Land”, musica di Justin Hurwitz, testo di Benj Pasek e Justin Paul

CECIL B. DE MILLE AWARD (Premio alla carriera)
Meryl Streep

Scroll To Top