Rock Contest 2018: trionfano i Giunto di Cardano

I Giunto di Cardano sono i vincitori della trentesima edizione del Rock Contest, storico concorso fiorentino dedicato agli artisti emergenti organizzato dall’emittente radiofonica Controradio e dall’associazione culturale Controradio Club in collaborazione con Regione Toscana e Comune di Firenze con il sostegno di SIAE (Società Italiana Autori ed Editori). La Finale si è svolta il 1 dicembre a Firenze in un Auditorium Flog completamente esaurito.

La band foggiana, con il suo sound alternative con sfumature psichedeliche e progressive, ha convinto sia il numerosissimo pubblico che la giuria degli esperti, composta da artisti del calibro di Maria Antonietta e da I Ministri, accaparrandosi un premio in denaro di 2000 euro. Per ciò che concerne gli altri vincitori, è stato premiato L’Edera, alias Alberto Manco, artista salentino che ha ottenuto il Premio Fondo Sociale Europeo/Giovanisì grazie al suo brano “Zattera“, e il cantautore Vieri, vincitore del premio SIAE con il suo brano “Risvegli

Al termine della gara si è svolto un indimenticabile concerto di Max Collini e Daniele Caretti di Offlaga Disco Pax che, emozionatissimi, hanno festeggiato i 30 anni del concorso che li ha resi celebri, ricordando il terzo componente Enrico Fontanelli scomparso nel 2014 e condividendo il palco insieme a celebri artisti come Dario Brunori, Tre Allegri Ragazzi Morti,  Colapesce, Bologna Violenta, Alex Baronciani e Thomas Koppen. A chiudere il set live è stato “Robespierre“, brano con il quale la band vinse il contest nel 2005.

Grande soffisfazione degli organizzatori riguardo il grande successo di pubblico dell’evento: “Ciò dimostra lo stato di salute dell’iniziativa e la curiosità sempre viva del pubblico interessato a scoprire le nuove leve della musica indipendente italiana”. Il prossimo appuntamento con il Rock Contest è fissato per le 21:00 del 25 gennaio, dove al Cinema La Compagnia di Firenze verrà proiettata l’anteprima del documentario sui 30 anni del concorso.

 

Scroll To Top