Un Altro Me, dal carcere di Bollate al Festival dei Popoli

Correlati

Il film documentario “Un altro me” di Claudio Casazza, girato interamente nel carcere di Bollate, sarà il film di apertura del 57esimo Festival dei Popoli di Firenze (25 novembre – 2 dicembre 2016).

“Un altro me” racconta il lavoro dell’istituzione milanese CIPM (Centro Italiano per la Promozione della Mediazione): “Ho deciso di fare questo documentario dopo aver assistito a un incontro aperto di due ore tra condannati e gli operatori che fanno parte del progetto e aver visto, da entrambe le parti, l’incredibile materiale umano che avevo di fronte”, spiega il regista Claudio Casazza.

Il film segue per un intero anno il lavoro dell’equipe del CIPM formata da criminologi, psicologi e terapeuti per impedire il rischio della recidiva in chi ha commesso reati di natura sessuale.

“L’interesse per il trattamento degli aggressori sessuali nasce dal fatto che le violenze sessuali rappresentano un problema grave per la nostra società che genera esiti distruttivi” racconta il criminologo e coordinatore dell’equipe Paolo Giulini “Il nostro progetto è una sfida tesa a dimostrare che esiste un modo etico per proteggere la collettività e ridurre le vittime”.

“Un altro me” sarà proiettato in anteprima mondiale venerdì 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, alla presenza delll’onorevole Valeria Fedeli (vice presidente del Senato) e dell’onorevole Anna Rossomando (membro della Commissione Giustizia e del Comitato per le Pari Opportunità).

Fonte: Comunicato

Scroll To Top