Author Archives: Alessandra Miccoli

Feed Subscription

Rekkiabilly : Banana Split

Nuovi sapori vintage Rekkiabilly: un nome, un’evocazione. Delle origini del gruppo, pugliesi, e della musica che propongono, il rockabilly. E se è vero che definire è limitare, loro di certo rafforzano il concetto con il secondo album, “Banana Splint”: generi ...

Leggi »

Terzo giorno: fuoco a Milano

The final countdown. Siamo in dirittura d’arrivo: terzo ed ultimo giorno di questa edizione dell’HJF. Dopo la pioggia c’è sempre il sereno. Così è tornato il sole su questa Milano grigia. Temperatura quasi da Africa nera, ma siamo nel posto ...

Leggi »

Il secondo giorno: duro e crudo

Two is better than one. No, nessun advertising. Siamo al secondo giorno di questa edizione milanese dell’Heineken Jammin’ Festival 2012. L’aria è pesante, come questo tempo grigio, in linea però con le esibizioni e gli artisti in scaletta. Perché non ...

Leggi »

Il primo giorno: caldo e piccante

No. Non sarà un’avventura. E niente ha a che fare con il buon vecchio Lucio. 30 gradi all’ombra, fa caldo. Caldissimo. E l’unica cosa che importa è raggiungere Rho-Fiera e bere una birra ghiacciata. È il 5 Luglio: si apre ...

Leggi »

Nobraino: Disco D’Oro

Il tocco di Re Mida Se questo album si potesse scartare mostrando del cioccolato dietro quella patina dorata, sarebbe chiaro che i Nobraino altro non sono che degli Umpa Lumpa cresciuti, tanto più da sembrare personaggi di “Space Jam“ che ...

Leggi »

Sergio Cammariere: Sergio Cammariere

Anima nuda Il ritorno di Sergio Cammariere è una conferma per la nostra, ora meritata, attesa. Mette la firma su un album omonimo, dodici tracce (più una scaricabile da iTunes) che ne fanno una sintesi dell’anima artistica, un ritratto in ...

Leggi »

Le tredici fidanzate di Cammariere

È un tiepido pomeriggio di una primavera ancora troppo timida perché sia prossima ad arrivare. Sullo sfondo gli archi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, e Sergio Cammariere lì, seduto al centro dell’atrio con alle spalle un vecchio pianoforte, intento ...

Leggi »

“At Your Inconvenience”, un titolo, una garanzia?

È tornato. Ma non è mai andato via. A un anno dal suo debutto con “Alive Till I’m Dead”, incontriamo Professor Green, a Milano per promuovere il suo nuovo album “At Your Inconvenience”. Un titolo, una garanzia? Poco importa. Perché ...

Leggi »

Professor Green: At Your Inconvenience

Effetti collaterali: ritmi da tic disorder Esce il 7 Febbraio “At Your Inconvenience”, secondo album del poco noto, almeno in Italia e chissà ancora per quanto, Professor Green. Semplice conferma o definitiva benedizione e incoronazione? Quindici tracce assolutamente sopra le ...

Leggi »
Scroll To Top