Home > Recensioni > Bruce Springsteen: Western Stars
  • Bruce Springsteen: Western Stars

    Columbia Records / Sony Music

    Data di uscita: 14-06-2019

    Loudvision:
    Lettori:
    4.3 (85%) 4 vote[s]

Correlati

5 anni dopo l’ultimo disco di inediti, il bellissimo “High Hopes”, e a ben 46 anni dalla pubblicazione di inediti, il boss del rock Bruce Springsteen torna con “Western Stars”, 19° album in studio. Nelle tredici tracce di questo ultimo lavoro si ritrovano diversi elementi di vita quotidiana americana: lunghe autostrade (“Tucson Train”) e ampi deserti (“Western Stars”), solitudine (“Moonlight Motel”) e compagnia (“Sleepy Joe’s café”), una serie di contrapposizioni di sensazioni che rendono questo un disco di altissimo livello.

“Hitch Hikin'”, opening-track, ci catapulta subito nelle lande desolate del West, ballad semi-acustica da tramonto, panorama solitario e deserto. “The Wayfarer” invece ci riporta al Boss più classico degli ultimi anni, con sonorità e struttura che sono molto vicine a “Jack Of All Trades” di 7 anni fa. Con “Tucson Train” si cambia ritmo e si parte per un viaggio che ci condurrà fino al “Moonlight Motel”, traccia di chiusura molto intimistica e minimale. In questo viaggio c’è spazio anche per una bella sosta in un saloon grazie a “Sleepy Joe’s Café”, l’unico brano un po’ più in là in termini di allegria e spensieratezza. I punti più alti del disco però sono essenzialmente due: il primo è la title-track “Western Stars”. Malinconia e lacrime a palate, con uno Sprinsgteen ispirato come forse non lo era dai tempi di “The Ghost Of Tom Joad”. Il secondo è “There Goes My Miracle”, singolo apripista, molto radio-friendly che ti entra subito in testa per non uscirne più, ed è un bene che il tormentone sia questo e non la classica canzone “contigo conmigo mi amor” da ascoltare sotto l’ombrellone.

A settembre il Boss compirà 70 anni. Dopo 19 dischi, innumerevoli tour e cambi di sonorità, riuscire a fare un disco del genere non è da tutti. Coinvolgente, emozionante ma allo stesso tempo con grinta e ispirazione. Il meraviglioso live “Springsteen On Broadway” (disponibile su Netflix) dello scorso anno ci aveva fatto venire una gran voglia di un nuovo disco. Voglia ampiamente soddisfatta.

Pro

Contro

Scroll To Top