Home > Zoom > Dario Dee: Dario È Uscito Dalla Stanza, il nuovo album brano per brano

Dario Dee: Dario È Uscito Dalla Stanza, il nuovo album brano per brano

Correlati

Sensibilità di mille colori, una voce in bilico tra la dolcezza di maturità e l’intimità adolescenziale, il suono digitale e quel gusto eclettico per le metafore d’autore. E tutto questo si esprime con chiarezza fin dalle prime battute video del singolo “Il Mio Pesce Corallo Rosso”. Parliamo del cantautore pugliese Dario Dee che torna con un disco dal titolo forte: “Dario È Uscito Dalla Stanza”. Ed è evoluzione personale che si fa forza nell’incontro con il mondo e con se stesso. Un disco poliedrico di facce e occhi diversi, di sculture melodiche che spaziano e di attualità che non restano affatto confinate nel proprio modo di stare al mondo. Dario Dee canta con leggerezza il mondo di tutti, che dai suoi occhi e dalla sua penna suona come un giocattolo o come un film… scegliete voi.

Dario Dee, “Dario È Uscito Dalla Stanza” brano per brano.

INTRO

Al pianoforte Dario apre l’album con un messaggio vocale e un accenno al pianoforte del Valzer op. 69 N. 1 di Fryderyk Chopin.

Il Mio Pesce Corallo Rosso

Filastrocca simpatica che ricorda a chi è indesiderato che Dario preferisce restare solo in casa con il suo pesce rosso nella palla.

In Auto Con Raf

Una dedica d’amore a dieci anni dal primo giorno insieme. Amarsi sempre più nonostante a volte ci si è fatti male.

SeNZa GRaviTà

L’anima galleggia su satelliti di pianeti senza nome mentre due corpi restano immobili e vicini nel silenzio della notte.

Noi2Vele

Le cose non vanno mai come credi, ma a volte un imprevisto può salvarti la vita, basterebbe solo farsi prendere per mano e cambiare strada.

Dario È Uscito Dalla Stanza

Dario racconta il coraggio trovato nel strappare il cartellino d’ufficio e iniziare a vivere finalmente di musica.

INTERLUDE I

Fine primo tempo mentre voci fuori campo ricordano che “un sogno ci salverà”.

Leoni

Distratti da un cellulare perdiamo il senso della vita e diventiamo codardi e coglioni nascondendoci dietro i tasti di una tastiera.

Su Di Me

Perdersi tra le gambe di un amante, sapere che tutto questo è umiliante e sbagliato, ma non sapere rinunciare a quel sesso.

Caldo D’estate, Freddo A Natale

Solo guardandosi allo specchio e sempre più nel profondo una donna riesce a fuggire da quel bastardo che le sta rovinando la vita. Stop alle violenze.

INTERLUDE II

Fine secondo tempo.

Arriverà l’Aurora

Omaggio piccolo piccolo ai “Passi d’Autore” di Pino Daniele. Realizzato con una tastiera, una loop station e un vocal harmonist.

Neve Cade…

Mentre in provincia il tempo si distende, il sole riscalda i vecchietti che per strada leggono l’oroscopo mentre la vicina stira, noi piano facciamo l’amore.

MiRiaM_Aria_

Un conflitto silenzioso in Siria distrugge una generazione intera. Miriam voleva solo giocare e non avere paura delle bombe. L’Aria sulla IV corda di Bach, sole voci nel cuore della traccia.

You Can’t Hurry Love (outro)

Omaggio acapella alla Motown Records

CuORe ImPAviDo (+)

Cadere mentre gli altri ti corrono sopra e attorno, scoprire con la schiena sull’asfalto che sopra il naso abbiamo il più bel cielo stellato.

Scroll To Top