Home > Report Live > Franco 126 al Rigenera SmART City

Franco 126 al Rigenera SmART City

Correlati

Domenica 8 settembre l’ultima data del Rigenera SmART City, il festival delle periferie che colloca il suo stage a Palo del Colle, ha ospitato due rapper italiani: il piemontese Ensi e il trasteverino Franco 126. Il primo a inaugurare il ring è Ensi, pseudonimo di Jari Ivan Vella, classe 1985, originario di Catania ma cresciuto nelle periferie torinesi, portando nell’hinterland pugliese il suo hip-hop old school impregnato di free-style per presentare l’ultimo album “Clash”, targato Warner Music. Il rapper ha vestito anche i panni di giudice per una sfida a colpi di rime e freestyle, la WORD ON TOP battle, cui diversi giovani rapper hanno partecipato e si sono messi in gioco davanti ad una giuria composta dallo stesso Ensi, Papaceccio, Giuan e Skid. La serata, all’insegna del rap continua alle 22.30 per la seconda manche, quando il pubblico era già pronto a ricevere il cantautore romano Franco 126. Dopo i numerosi consensi da parte di tutt’Italia per il suo “Stanza Singola”, primo album da solista, Franco, inneggiato col nickname “Franchino”, ha aperto il live con Fa lo stesso, e si capisce sin da subito che l’atmosfera sarà quella spensierata e ballerina di chi vuole divertirsi, favorita anche dal suo rappare e dal suo mettere a nudo le emozioni con naturalezza. Qualche canzone di Polaroid, album registrato assieme al collega e amico Carl Brave, fa capolino tra le tracce di Stanza Singola. Il pubblico conosce le canzoni a memoria, Franco ripete in continuazione quanto tutto sia incredibile, mentre sorseggia i drink e canta le sue emozioni. Brioschi è così bella che viene bissata: “E c’hai quel non so che, Di chi ha tutti gli occhi su di sé, E ti vorrei parlare, Ma mi mangerei le parole”. Un concerto caldo, divertente, totalmente cantato; a ritrovarsi nei trascorsi di qualcun altro, a pensare agli sbagli, a berci su; insomma Franco 126 è un vero intrattenitore che dispensa delle sue esperienze e le canta per esorcizzare l’intimità: “Ho più di qualche bottiglia da scolare, Perché ho più di qualche sbaglio da scordare”. La gente non riesce a lasciarlo andare e parte un inaspettato “Felicità” di Carrisi su improvvisazione di tutti mentre Franchino ringrazia e saluta la Puglia brindando con un ultimo drink.

 

Scaletta:

 

Fa lo stesso

San Siro

Brioschi

Noccioline

Nuvole di drago

Solo guai

Sempre in due

Senza di me ( ft. Gemitaiz & Venerus)

Parole crociate

Oi oi

Interrail ( ft. Carl Brave, Frenetik&Orang3)

Stanza singola

Ieri l’altro

Vabbè

Frigobar

Scroll To Top