Home > Zoom > Municipale Balcanica: Night Ride, il primo disco di inediti brano per brano

Municipale Balcanica: Night Ride, il primo disco di inediti brano per brano

 

Primo disco di inediti per la Municipale Balcanica che torna in scena con “Night Ride”: sono 8 nuove canzoni di cui 3 strumentali. Inevitabile ritrovare l’impronta propria della quella tradizione che hanno celebrato in una carriera di oltre 15 anni di live. Ed è poco scontato e anzi sorprende come ci sia dell’altro: eccovi la ruggine quasi rock ma anche la canzone d’autore italiana. Inevitabile, aggiungo, l’uso dell’elettronica per restituire al tutto quel taglio attuale e, anzi, futuristico. Un lavoro interessante come ci si aspettava insomma. In rete il video del singolo ampiamente apprezzato dalla critica: “Transylavania Party Hard”.

Municipale Balcanica, “Night Ride” brano per brano

Constellation

È una canzone di amore per gli spiriti liberi e di consolazione per chi non ha più una nazione in cui si riconosce ma non vuole per questo sentirsi irrimediabilmente solo

Transylvania Party Hard

In un classico scenario horror un altrettanto classico vampiro, sovvertendo ogni prevedibilità, lancia un sano messaggio sulla necessità di andare oltre le apparenze.

Kiss Slow Kill Fast

Le carovane si incontrano in terre inospitali ma la passione cerca e trova parole e sguardi per divampare attorno al fuoco dell’accampamento.

Rusty

Dietro un ingresso roccioso e atonale emergono le atmosfere più rarefatte e delicate in un racconto breve dei viaggi e delle ambizioni della Municipale Balcanica, nata e ancora radicata nella improvvisazione senza compromessi.

Martin Got Lost

Le serrate dissonanze che aprono il brano, e in esso ricorrono, narrano in musica gli smarrimenti interiori mentre le sequenze di più ampio respiro descrivono una insopprimibile speranza di quiete oltre il disordine e la malinconia.

Polvo Y Sueños

L’immaginario sudamericano di padrini oltre la legge ha fatto irruzione nella nostra cultura ma il contatto diretto con il Sud America, dopo i concerti oltreoceano, ha spinto la MB a una diversa lettura di vicende e questioni in ballo. Il sunto del racconto è nell’urlo in coda al brano: “non abbiamo bisogno di padrini né padroni”.

Ogni Stella

La più semplice delle canzoni d’amore, dedicata agli innamorati e a tutti gli spiriti inquieti che nella notte trovano rifugio, consolazione e complicità.

Deserto Non Deserto

Un brano strumentale che quasi racconta uno scenario futuribile. Su un cangiante tappeto elettronico si infittiscono le trame dei fiati e delle antiche percussioni mediterranee.

 

Scroll To Top