Archivio tag: Venezia 70

La Gelosia – La jalousie

Garrel a Venezia, gli anni 60 non sono mai finiti Philippe Garrel torna a Venezia con il suo nuovo film, e divide (come al solito) aspramente la critica. Per il cineasta francese gli anni Sessanta non sono mai terminati. Attenzione, ...

Leggi »

The Unknown Known

Errol Morris e Donald Rumsfeld a Venezia 70 A giudicare dai commenti positivi che si sentono in giro su “The Unknown Known“, la scelta di inserire nella sezione competitiva principale di Venezia due documentari si è rivelata efficace. Del resto ...

Leggi »

L’intrepido

Gianni Amelio torna a Venezia Fischi per Gianni Amelio. Pochi, ma pur sempre fischi. Intorno a “L’intrepido“, in competizione a Venezia 70, c’è aria di delusione. Eppure, a ben vedere, non è un film sbagliato. Inopportuna può essere forse la ...

Leggi »

“Las niñas Quispe” di Sebastián Sepúlveda

Justa, Lucía e Luciana, protagoniste di “Las niñas Quispe” di Sebastián Sepúlveda, sono tre sorelle che vivono una in solitudine pressoché totale sull’altipiano cileno a metà degli anni 70. Quando giunge loro voce di una nuova legge che potrebbe compromettere ...

Leggi »

Ana Arabia

Un unico piano sequenza per Amos Gitai a Venezia70 Amos Gitai in concorso a Venezia prosegue coerentemente il suo percorso d’autore, continuando ad occuparsi dell’infuocata linea di demarcazione che divide arabi ed israeliani. Questa volta cerca anche la sperimentazione tecnica ...

Leggi »

Moebius

Kim Ki-duk torna a Venezia 70 Cosa dire e cosa non dire del nuovo film di Kim Ki-duk presentato fuori concorso al Festival di Venezia? Non vorrei dirvi assolutamente nulla della trama, e v’invito caldamente a non leggerla da nessuna ...

Leggi »

Parkland

JFK a Venezia 70 Il giornalista Peter Landesman porta a Venezia una sorta di finto reportage sul giorno in cui a Dallas venne ucciso John Kennedy e sui tre giorni successivi, culminanti con i funerali di JFK e del suo ...

Leggi »

Why Don’t You Play in Hell?

Sion Sono a Venezia 70 Lo spettacolo di una truppa sgangherata di cinefili con le occhiaie e lo sguardo allucinato, che si esalta e si dimena per due ore durante la visione del film di Sion Sono, è un fenomeno ...

Leggi »

Wolf Creek 2

Il primo “Wolf Creek” è rimasto nella memoria soprattutto per la violentissima scena dell’asportazione della spina dorsale ad una povera malcapitata. L’esecutore di quella indicibile tortura, il cacciatore Mick Taylor, è ancora il protagonista di questo sequel passato alla Mostra ...

Leggi »
Scroll To Top