Home > Report Live > Willie Peyote chiude col botto all’Alcatraz di Milano, report live

Willie Peyote chiude col botto all’Alcatraz di Milano, report live

Correlati

Chiusura con il botto per Ostensione della Sindrome, Ultima cena tour che, con più di cento date nelle varie città italiane, ha registrato sold out anche per il gran finale all’ Alcatraz di Milano lo scorso 17 Gennaio.

Per Guglielmo Bruno, in arte Willie Peyote tutto questo conferma il suo straordinario successo, dall’ ultimo lavoro discografico Sindrome di Tôret uscito il 6 ottobre 2017 per l’etichetta 451 con distribuzione Artist First, alla partecipazione dei più importanti Festival musicali tra cui il concerto del Primo Maggio a Roma, il MiAmi Festival e Sziget Festival.

Due ore di pura energia e tante le special guest che a sorpresa hanno condiviso  il palco con Willie, da Dutch Nazari, Zibba,  Ensi e Roy Paci a Morgan con cui finalmente il  rapper  torinese ha potuto cantare  Altre forme di vita.

Da L’effetto sbagliato, a  Soulful (con Ensi) e Tua madre (con Zibba) alle più conosciute C’era una Vodka, Ottima scusa, Vendesi (con Roy Paci)  E allora Ciao in chiusura, Willie Peyote, dal vivo si riconferma essere un vulcano di idee e qualità, un artista di alto livello amatissimo dal pubblico che non smette di seguirlo e cantare insieme a lui i pezzi in scaletta.

Ormai si sente e si vede l’esperienza di un artista che ha sfornato un progetto musicale alternativo vincente, grazie ai suoi beat potenti mischiati a sonorità che vanno dal funk, punk al rock o jazz, il rapper torinese  che, con la sua penna tagliente ed elegante ci ha fatto il proprio marchio di fabbrica, racconta con disarmante ironia cose semplici della vita quotidiana.

Willie Peyote non è solo un artista impegnato ma è uno che è stato capace di ribellarsi, di spogliarsi dei luoghi comuni e di raccontarsi davvero per quello che è.

Sul palco dell’ Alcatraz ad accompagnarlo la presenza fiati potentissimi della Sabauda orchestra precaria che impreziosiscono l’intero live.

Willie Peyote provoca e sorprende, è il pop che va oltre il rap, il rap che va oltre il pop.

Scroll To Top